Bambini: a Natale, il rischio obesità è maggiore

Bambini: a Natale, il rischio obesità è maggiore

Genitori, state attenti a cosa mettete in tavola. Durante le feste di Natale, gli eccessi culinari portano ai bambini fino a 6000 calorie, 4 volte la quantità consigliata.

E la poco confortante previsione di una ricerca della Leeds Metropolitan University, diretta dal dottor Paul Gately e pubblicata dal “Daily Telegraph”.

Il quadro tracciato da Gately e compagni è quello di un troppo alimentare. Il tipico pranzo natalizio, infatti, include tacchino arrosto, patate al forno, e vari tipi si salsicce. Il
tutto innaffiato da salse e condimenti vari. Considerando l’insieme si arriva così facilmente a 956 calorie e 48 grammi in più.

Se poi “Aggiungete i classici dessert di Natale, colazione e altre merende, raggiungerete un livello calorico estremamente superiore al livello raccomandato per ragazzi e bambini” spiega il
dottor Gately.

Lo studioso, tra l’altro direttore Carnegie Weight Management, ricorda che le spanciate delle festività possono pesare (alla lettere su tutte le fasce d’età).

I bambini sono i più vulnerabili: “6000 calorie sono più’ di due volte la razione giornaliera raccomandata per i ragazzi tra i 15 e i 18 anni, e addirittura quattro volte quella
raccomandata per le bambine fino ai 5 anni”.
Anche gli adulti devono però stare attenti: il massimo consigliato, infatti ammonta a 2.775.

Ed il piatto troppo pieno pesa anche più in là.

Il ricercatore britannico fa infatti notare come ad un super pasto dovrebbe corrispondere un programma speciale di benessere, a base di diete correttive ed esercizio su misura. Ma queste
contromisure vengono prese raramente.

“I pranzi pantagruelici sono tipici di Natale, ma non sono seguiti da un corretto smaltimento delle calorie in eccesso. Chi ingrassa durante le feste potrebbe metterci settimane o mesi a
smaltire il grasso in eccesso, oppure non potrebbe liberarsene mai”, conclude pessimista Paul Gately.

E l’obesità è dietro l’angolo.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento