Se siete donne, e avete una voglia irrefrenabile di bere, è meglio un bicchiere di latte, rispetto alle bibite gassate, specie quelle a base di cola, uno studio effettuato dal Framingham
Osteoporosis Study della Tuft University, su un campione di 2500 donne con età media 60 anni, ha infatti rilevato che un consumo eccessivo di questo tipo di bevande provoca, nel tempo,
un effetto negativo sulle ossa.

Esaminando la densità ossea i ricercatori hanno infatti scoperto che le donne che bevevano giornalmente bevande gassate presentavano una densità ossea inferiore del 4% rispetto a
quelle che ne facevano uso solo occasionalmente, mentre non si ha lo stesso effetto negativo sugli uomini.

«Inizialmente avevamo ipotizzato che l’interferenza sulle ossa fosse causata dall’acido fosforico contenuto nelle bevande – afferma Katherine Tucker, l’autrice dello studio pubblicato
sull’American Journal of Clinical Nutrition – ma i dati hanno confermato che si tratta della caffeina: questa, infatti, interferisce con l’assorbimento del calcio e potrebbe rappresentare un
problema anche per le giovani donne che così non raggiungono la quantità di osso necessaria e che rappresenta il proprio patrimonio di cui godere.