“Bia Cous Cous & Friends”: Il riso ha battuto il cous cous

“Bia Cous Cous & Friends”: Il riso ha battuto il cous cous

Ferrara – Una vittoria al fotofinish. Il riso ha battuto il cous cous nell’amichevole sfida che ha caratterizzato la prima edizione di “Bia Cous Cous & Friends”,
la nuova manifestazione che per tre giorni ha animato il centro storico della città emiliana, all’insegna del piatto dalle origini maghrebine che si sta diffondendo sempre di più
sulle tavole italiane. Erano quattro i piatti in gara: polenta, pasta, riso e cous cous.

“Risotto alla cenere con salmerino di montagna e le sue uova”: questo è il titolo della ricetta di Eugenio Boer, chef italo-olandese del ristorante milanese “Enocratia, il governo del
vino”, che ha avuto la meglio per pochissimi voti sul “Cous cous di pesce alla Sanvitese” presentato da Piera Spagnolo e Katia Abrignani. Voti altissimi per entrambi i piatti: la ricetta di
Eugenio Boer ha ottenuto un voto medio di 9,58, quella di Spagnolo e Abrignani, invece, si è fermata a un voto medio di 9,38.

Molto positivo il bilancio della tre giorni per una kermesse inedita, che ha portato all’attenzione i prodotti Bia, l’azienda estense (con gli stabilimenti ad Argenta, a pochi chilometri dal
capoluogo) leader nella produzione e nella commercializzazione di cous cous convenzionale e biologico.

Ed il cous cous è piaciuto molto. È il dato emerso dall’entusiasmo con cui il pubblico ha accolto le degustazioni e i cooking show in piazza del Municipio e ha affollato la “Casa
del Cous Cous Fest in Tour”, che è rimasta aperta no-stop in piazza Trento e Trieste, da mezzogiorno a mezzanotte.

Qui lo chef di San Vito Lo Capo Peppe Buffa ha proposto in tre giorni circa 3.000 porzioni di cous cous alla sanvitese, ma anche di alcune ricette internazionali.

Boer – giovane chef con grandi esperienze formative tra prestigiosi locali italiani e tedeschi – ha reso omaggio con il suo piatto ad uno dei suoi grandi maestri, Norbert Niederkofler . E ha
fatto doppietta, perché oltre a farsi apprezzare dalla giuria popolare, ha anche convinto quella tecnica (guidata dal giornalista critico gastronomico e conduttore di Melaverde su Canale
5 Edoardo Raspelli e composta anche da Lydia Capasso, giornalista di gastronomiamediterranea.com, Giorgia Cannarella che scrive per la “Gazza golosa”, le pagine dedicate al gusto del quotidiano
sportivo “La Gazzetta dello Sport” e da Pietro Gavioli, consulente editoriale per pubblicazioni di carattere gastronomico.), che gli ha assegnato un riconoscimento speciale.

La manifestazione è stata condotta da una coppia frizzante e simpatica:Andy Luotto ed Eliana Chiavetta. Al loro fianco,a registrare le reazioni del pubblico,la show girl Ksenia Zaynak.

Per ulteriori notizie:
www.couscousandfriends.it
www.facebook.com/Couscousandfriends

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento