Firenze, 9 Giugno 2007 – ‘La pesca sportiva può offrire un prezioso contributo alla valorizzazione complessiva del Mugello, coniugando gli aspetti sportivi a quelli ricreativi e
gastronomici: e il lago di Bilancino è al cuore di questo sviluppo, per le sue acque pulite e per una presenza di fauna ittica in costante crescita’.

Lo ha detto l’assessore regionale a agricoltura, foreste, caccia e pesca intervenendo al convegno su ‘la pesca a Bilancino’ a Barberino del Mugello. L’assessore ha ricordato la consistenza del
settore in Toscana: sono almeno 45mila i pescatori, ed è di circa 200 milioni di euro il giro d’affari del settore.

‘La Toscana – ha aggiunto – è regione leader nello sport della pesca, sia per le qualità sportive dei suoi praticanti che per la varietà dei suoi corpi idrici, capaci di
ospitare manifestazioni di altissimo livello. Questo invaso rappresenta una grande potenzialità di crescita per la pesca agonstica, dove applicare il principio di fondo di tutto il
settore: quello di consentire la pratica di questo sport con attrezzature idonee e in un quadro di sostenibilità della risorsa idrica; l’esercizio della pesca e il ruolo del pescatore
deve infatti essere sempre più tendente alla salvaguardia degli ambienti acquatici. E’ in questa direzione che si muovono tutte le azioni di indirizzo per un settore che, come ha
ribadito di recente la Corte Costituzionale, è di piena competenza della Regione’.

Massimo Orlandi

www.regione.toscana.it