Parteciperanno, insieme alle altre organizzazioni della “Coalizione liberi da Ogm”, all’iniziativa che si terrà a Roma, in piazza Montecitorio, mercoledì prossimo 20 giugno.

La Cia-Confederazione italiana agricoltori e la sua Associazione dell’agricoltura biologica (Anabio), unitamente alle Organizzazioni aderenti alla “Coalizione liberi da Ogm” si mobilitano
contro gli Organismi geneticamente modificati e prenderanno parte all’iniziativa che si svolgerà mercoledì prossimo 20 giugno a Roma, alle ore 10.30, in piazza Montecitorio,
davanti alla Camera dei deputati.

Nel ribadire che i produttori biologici italiani continueranno con coerenza nella scelta di produrre biologico evitando accuratamente ogni possibile contaminazione accidentale da Ogm, la Cia
deplora la scelta del Consiglio agricolo europeo, che, con il voto contrario dell’Italia, ha introdotto il limite di contaminazione accidentale per i prodotti bio dello 0,9 per cento.

In concomitanza con l’apertura del dibattito parlamentare sul disegno di legge presentato dal governo teso a valorizzare le produzioni biologiche nazionali, Cia ed Anabio sollecitano il
Parlamento, in coerenza con le posizioni fin qui espresse a Bruxelles dall’esecutivo italiano, a continuare a sostenere il principio della non contaminazione e la difesa di una produzione
italiana di altissima qualità molto apprezzata all’estero.

www.cia.it