BIT 2017 a Fieramilano City dal 2 al 4 aprile – Borsa internazionale del Turismo

BIT 2017 a Fieramilano City dal 2 al 4 aprile – Borsa internazionale del Turismo

E’ veramente nuova la Bit, Borsa internazionale del Turismo, di quest’anno che sarà inaugurata domenica 2 aprile a Milano. Intanto con il ritorno in città – a Fieramilanocity -, e finalmente, è proprio il caso dirlo, dopo un po’ di anni che la manifestazione era stata “confinata” nel quartiere fieristico di Rho. Poi, e non è una casualità, l’apertura di domenica che coincide con la conclusione di Miart, il prestigioso appuntamento milanese con l’arte moderna e contemporanea, e si concluderà martedì 4 aprile in occasione dell’apertura del Salone internazionale del mobile, che segna l’inizio della design week più famosa al mondo.
Cosa c’è dietro questa abile strategia? Una semplice considerazione: rafforzare l’indotto che genera una manifestazione che invoglia la gente a viaggiare, a scoprire nuove realtà o, anche semplicemente a valorizzare tutto quello che già conosce nonché ad integrarsi ancora di più con il territorio milanese con una formula che risponde in modo efficace alle evoluzioni del turismo, oggi sempre più focalizzato sulle esperienze e gli stili di vita.
Ascoltiamo il presidente di Fiera Milano, Roberto Rettani: “come già attuato con successo con le settimane della moda, del design, dell’arte e del food, Bit punta a diventare un ‘evento diffuso’ che aumenterà la centralità dell’Italia e di Milano nell’industria turistica mondiale, oltre a generare attrattiva e importanti ricadute socioeconomiche a favore di tutti. Basti pensare che per ogni euro di valore prodotto da Fiera Milano se ne generano 4 di indotto turistico sul territorio. Un’esigenza oggi compresa da tutti gli attori della filiera come testimoniano, in particolare, le proficue collaborazioni con il Comune di Milano  e con Regione Lombardia. E, poi, In un mondo in cui il viaggio è sempre più motivazionale,  il turismo si ‘contamina’ con l’arte, la cultura, l’enogastronomia. La nuova Bit rappresenta una risposta efficace e in linea con la missione di Fiera Milano, valorizzare il Made in Italy attraverso un portafoglio di manifestazioni d’eccellenza di proprietà”.
Bit 2017 oltre che per il nuovo percorso espositivo ispirato al turismo esperienziale e il ricco programma convegnistico, si caratterizza anche per le numerose autorevoli partnership con istituzioni italiane ed estere, enti del turismo, associazioni di categoria, in grado di fare della manifestazione una piattaforma di condivisione delle conoscenze, oltre che di business, unica in Italia. I 4 macro settori basati sui target e le motivazioni di viaggio saranno Leisure, Luxury, MICE (Meetings, Incentives, Conferences and Exhibitions) e Sport. Il percorso dedicato alle destinazioni nazionali avrà il patrocinio di Incoming Italia e offrirà uno spaccato rappresentativo dei variegati territori del nostro Paese, mentre per le mete estere si registra il patrocinio di ADUTEI, Associazione Delegati Ufficiali del Turismo Estero in Italia.
Ad altrettanti comparti in crescita sono dedicate le 3 aree tematiche progettate in collaborazione con esperti di ciascun settore: A Bit of Taste per l’enogastronomia, I Love Wedding per il wedding tourism e Be Tech per il digitale.  A Bit of Taste si avvarrà dei top chef di APCI (Associazione Professionale Cuochi Italiani) per show-cooking ed eventi e conterà su partnership con AMPI (Accademia Maestri Pasticceri Italiani), FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi), HostMilano, EWGF (Expo Women Global Forum), e il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.
Una grande piazza sarà invece il fulcro di I Love Wedding, aggregatore dell’offerta italiana ed estera in tema di nozze in destinazioni da sogno e lune di miele, mentre Be Tech darà l’opportunità di scoprire le innovazioni che stanno preparando i grandi portali, le software house e i fornitori di servizi specializzati, dai B&B al viaggio con animali.  L’area Destination Sport, infine – che presenterà anche avvincenti dimostrazioni – conterà sul patrocinio del CONI. Bit 2017 ospiterà anche un’area dedicata al turismo LGBT, che riceverà il patrocinio di ILGTA (International Gay & Lesbian Travel Association). Infine, i visitatori di MiArt domenica 2 aprile con lo stesso biglietto potranno visitare gratuitamente anche Bit 2017.
A questo punto c’è solo da sottolineare che Bit risponde in modo efficace agli oltre 1.500 buyer invitati, che in Bit comprano il mondo (ci saranno Paesi come Canada, Costa Rica, Sri Lanka, Uganda oltre alle presenze ufficiali come Visit USA per gli Stati Uniti o gli Enti del Turismo di Cambogia, Cina, Cipro, Cuba, Egitto, Giappone, Iran, Marocco, Seychelles, Thailandia) o acquistano tanta Italia (tra le mete che si potranno scoprire spiccano Basilicata, Friuli Venezia Giulia, Sardegna, Marche, Veneto), quanto estero su estero, coinvolgendoli per tutti e 3 i giorni con la domenica mattina dedicata agli Speedy Meeting, incontri rapidi di business matching estesi da questa edizione anche agli Influencer.
L’offerta espositiva sarà esaltata da un palinsesto ricco di oltre 70 convegni, articolati in 4 aree di argomenti riguardanti Formazione (dedicata ad Agenti di Viaggi e hoteliers), Argomenti Caldi, Novità Assolute, Tecnologia.
La sezione “Argomenti Caldi” presenterà trend in grado di mutare profondamente o comunque influenzare i mercati, alcuni dei quali toccano direttamente quello italiano: Italia, Paese per low cost, illustrerà per esempio gli effetti delle compagnie aeree a basse tariffe sui flussi turistici.
In “Novità Assolute” si tratterà di tutto ciò che sta per essere presentato al mercato, dai nuovi prodotti o itinerari alle incentivazioni commerciali o i prodotti tecnologici. In due appuntamenti, in un incalzante calendario di presentazioni presentano le novità 2017 i Top Operator quali: Alpitour, Costa Crociere, Eden Viaggi, Emirates, Francorosso, Gattinoni, Hotelplan, MSC Crociere, NTV – .Italo, Press Tours, Settemari, Trenitalia, Veratour. Tra gli approfondimenti si segnalano Milano chiama Roma, un confronto tra i due modelli di destinazione in ottica di crescita complessiva del sistema Italia, o Exploring food tourism: il turismo della birra, tra le ultime novità nel turismo enogastronomico.
Il filone Tecnologia infine anticiperà tutto ciò che l’hi-tech è in grado di fornire per far evolvere il prodotto finale secondo le necessità di un cliente sempre più esigente. Come nelle nuove frontiere della disintermediazione, che saranno discusse nell’incontro “Un mondo senza le OTA… È possibile?”.

Michele Pizzillo
per Newsfood.com

Related Posts
Leave a reply