Blue Monday, il giorno più triste dell’anno, è lunedì 21 gennaio 2019

Blue Monday, il giorno più triste dell’anno, è lunedì 21 gennaio 2019

Lunedì 21 dovrebbe essere il giorno più triste dell’anno… Blue Monday, ma seguendo queste regole, sarà il più bello!

Una buffa equazione dimostrerebbe che il terzo lunedì di gennaio è il giorno peggiore dell’anno. Tra il Natale ormai lontano, le condizioni atmosferiche scoraggianti (non per Milano, però), il conto in banca azzerato dalle feste, i sensi di colpa dovuti ai buoni propositi annunciati e mai applicati, la sensazione di dover essere pro-attivi che cozza con la pigrizia dilagante e livelli motivazionali vicino allo zero…

”C’est le Jour de La Catastrophe Emotive”, dice la pr Veronique Enderlin (in foto).
Si chiama Blue Monday, lo ha scoperto lo psicologo americano Cliff Arnald nel 2005 e quest’anno cade proprio lunedì 21 gennaio.

Come prepararsi per arginare il Blue Monday? Evidemment con regole ferree, un buon allenamento, decisioni sicure e idee chiare per centrare i propri obiettivi.

Così Veronique e i suoi collaboratori hanno consigliano di festeggiare assiduamente, scaldarsi con ottimi vini, spendere poco ma bene perché il comfort food è sempre un ottimo investimento. Adottare come buon proposito di consumare soltanto prodotti provenienti da filiere corte e virtuose, motivarsi pensando anticipatamente alla gratificazione finale – cioè un bel premio goloso.

E, spulciando nelle proposte dei loro clienti, Les Enderlin ha messo insieme una selezione di chicche pret-à-déguster per arrivare incolumi – persino felici – a fine giornata.

Alcune proposte anti Blue Monday
di Les Enderlin

Mangia tanta frutta, in particolare le fragole ricoperte di cioccolato che fa “Giacomo Pasticceria” (via Sottocorno 5): sono succulenti fragole immerse nel cioccolato fondente, da mangiare con le mani in un sol boccone.

Prendi le giuste decisioni, magari evitando spostamenti inutili. E, quindi, fatti portare a casa tutto l’occorrente per mangiare bene.

Glovo, Deliveroo e Ubereats ti consegnano tutte le specialità, ovviamente di “Giacomo Rosticceria e Pasticceria”, dai mondeghili alle patatine, dalla Bomba di Giacomo (la celebre e peccaminosa torta chantilly e fragoline di bosco) ai soffici panettoni.

Scegli il giusto mix di dolcezza e di forza, ispirandoti ai Boeri di Bodrato: un gioiello di cioccolato fondente ripieno delle migliori ciliegie, ubriacate dalle grappe dei vitigni piemontesi. I frutti sono sottoposti ad un procedimento lungo e accurato, che sfocia nel piacere del liquore pungente, contrastato dalla dolcezza della ciliegia e la croccantezza del finissimo cioccolato. L’azienda dolciaria artigianale di Novi Ligure vende i suoi prodotti a Milano in Rinascente.

Fai uno sforzo di volontà: tirati sù! Con il “Tiramisuper” di Pasticceria Martesana, a Milano: tutto lo sprint morbido del tradizionale Tiramisù racchiuso in un mignon con frolla al caffè, crema zabaione, pan di spagna di bignè inzuppato di caffè, ganache al mascarpone e vaniglia. Provoca una sensazione immediata di sollievo! Si trovano nelle tre pasticcerie Martesana: in via Cagliero, in piazza Sant’Agostino o in via Paolo Sarpi.


Cerca la Sostanza: ideale il panino Milanese di Porcobrado, un pane toscano farcito di succulenta cinta senese dop e cremosissimo gorgonzola quanto basta. Uno di quei panini per cui sporcarsi le mani è d’obbligo. E’ la versione milanese del panino di Porcobrado, un piccolo e festoso locale situato a Isola, dove poter degustare anche i mitici salumi, direttamente dalla loro personale azienda toscana. Non possono che tirare su il morale!

Festeggia, con un brindisi: preferibilmente con Elisa, la Barbera tortonese di La Colombera, perché il buon vino rosso è anti-ossidante e fa bene all’umore.

Voglia di bianco? Ti consigliamo un Gavi sempre amichevole, fresco ed elegante.

Vuoi accompagnare i tuoi dolci con il vino giusto? Il sontuoso Recioto di Santa Sofia sarà il tuo partner ideale.

Sii audace, tenta la Fortuna, con un drink! In zona Porta Romana c’è The Spirit (Via Piacenza 1), un locale intimo, trendy ed elegante, che propone una drink list stagionale dedicata al gioco d’azzardo.

Milano, The Spirit American Bar fotografato da Cristian Castelnuovo. © Cristian Castelnuovo

E’ consigliabile il BarBarBar: esuberante, complesso e fruttato. Decorato con un quadrifoglio portafortuna, è a base di Martell Cognac VS, limone e arancia, Luxardo Maraschino, Liquore Sant’ Antonio, mela, bitters Sirene Mediterraneo, menta.

Mangia pesce azzurro che fa bene, nella Pescheria con Cottura, nei pressi di Corso Como, che nella lounge bar propone mixology dai profumi mediterranei e abbinamenti di pesce ad hoc in una location urbanchic. Scegli il pesce che preferisci dal bancone e fattelo cucinare come vuoi tu! Astici, ricci, pesce azzurro, Grand Plateau, tutti rimedi buonissimi e azzeccati!

Michele Pizzillo
Newsfood.com


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/giusep26/public_html/newsfood.com/wp-content/themes/logger/single.php on line 540
Leggi Anche
Scrivi un commento