Il Blue Sea Land 2018 nel ricordo di Giovanni Tumbiolo- kasbah di Mazara del Vallo, dal 4 al 7 ottobre

Roma, 26 giugno 2018, Circolo del Ministero degli Esteri

Maurizio Ceccaioni
Newsfood.com

Presentata alla stampa presso il Circolo del ministero degli Esteri a Roma, l’edizione 2018 del Blue Sea Land, che si terrà a Mazara del Vallo dal 4 al 7 ottobre

Dal 4 al 7 ottobre via alla VII edizione del Blue Sea Land nella kasbah di Mazara del Vallo, promossa dal Distretto della Pesca e Crescita Blu, con l’organizzazione del Centro di Competenza Distrettuale e il supporto dell’Osservatorio della Pesca del Mediterraneo e dei Distretti Produttivi di Sicilia. Un evento reso possibile dall’impegno sinergico di Regione Siciliana e Comune di Mazara del Vallo, con il sostegno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

 

Ambasciatrice Cecilia Obono Ndong (Guinea Equatoriale)

La presentazione, condotta dall’attrice, autrice e conduttrice televisiva Metis Di Meo, si è tenuta lo scorso 26 giugno presso il Circolo del Ministero degli Esteri a Roma. Presente Marco, il giovane figlio di Giovanni Tumbiolo, il cuore e la mente di Blue Sea Land, prematuramente scomparso lo scorso 15 giugno dopo il ritorno dall’ennesimo viaggio di cooperazione in Africa.

Il ministro Bonafede alla presentazione Blue Sea Land 2018

In sala, oltre a giornalisti italiani ed esteri, tanti nomi noti. A cominciare dal ministro della Giustizia Alfonso Bonafede e il sindaco di Mazara del Vallo Nicolò Cristaldi; il vice presidente del Distretto della Pesca e Crescita Blu, Nino Carlino (oggi facente funzioni da presidente); il Dir. Gen. Dip.to Pesca della Regione Siciliana, Dario Cartabellotta e il Dg della Pesca e Acquacoltura del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf), Riccardo Rigillo; quello per la Mondializzazione e le Questioni Globali del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale (Maeci), ambasciatore Massimo Gaiani e il decano di Blue Sea Land, ambasciatore Umberto Vattani; il deputato Pd Simone Baldelli e il presidente del Cnr, Massimo Inguscio.

Foto di gruppo al Circolo degli Esteri per Blue Sea Land 2018

Presenti alcuni ambasciatori del Mediterraneo, Africa e Medioriente accreditati presso la Presidenza della Repubblica Italiana e le Agenzie delle Nazioni Unite, tra cui Joséphine Ouedraogo Guissou (Burkina Faso), Moez Sinaoui (Tunisia), Hassan Abouyoub (Marocco), Cecilia Obono Ndong (Guinea Equatoriale). Ma pure Nomatemba Tambo, ambasciatrice del Sudafrica, Paese con la presidenza di turno dell’Indian Ocean Rim Association (Iora), l’Associazione rivierasca dell’Oceano Indiano per la cooperazione regionale, con la quale Blue Sea Land ha avviato una collaborazione.

Tanti gli amici lì per ricordare il presidente del Distretto della Pesca e Crescita Blu, Giovanni Tumbiolo,  ideatore e promotore di questo Expo dei Cluster del Mediterraneo, Africa e Medioriente. Tra loro anche il ‘Past President’ del Rotary di Mazara, Vincenzo Montalbano Caracci, e Muhammad Hassan Abdulghaffar, già Imam della grande moschea di Roma, oggi Imam di Tivoli.

Commozione durante i brevi momenti della proiezione di un filmato con immagini che hanno ricordato il lavoro fatto in questi anni da Giovanni Tumbiolo, nella costruzione del dialogo e della cooperazione fra i popoli.

Da sx Metis Di Meo Vincenzo Montalbano Caracci e Muhammad Hassan Abdulghaffar

A fine gennaio erano state ufficializzate le date della VII Edizione di questo «Formidabile laboratorio di diplomazia economica, sociale, scientifica e culturale, importante piattaforma per la valorizzazione delle eccellenze, sapori e saperi, del mare e della terra». Tra gli appuntamenti divenuti pilastri di questa manifestazione internazionale e che hanno visto in questi anni la partecipazione di centinaia di rappresentanti diplomatici, politici e del mondo scientifico provenienti dall’Africa, Mediterraneo e Medioriente, ‘Focus per l’Africa’ e ‘Panorama del Mediterraneo’.

Dando seguito a quanto già affrontato nella passata edizione, gli approfondimenti riguarderanno principalmente ‘I Cluster e le buone pratiche di Green, Blue, Circular e Bio Economy’, un modello di sviluppo basato sulla creazione di un ecosistema sostenibile basato sulle “buone pratiche”, per valorizzare, trasformando e reimpiegando gli scarti e i rifiuti.

Giovanni Tumbiolo nel 2017 intervento Conferenza sulla multietnicità

In sostanza il format non cambia, con stand enogastronomici, eventi interculturali, incontri scientifici, dibattiti per la valorizzazione delle filiere agro-ittico-alimentari, sessioni di incontri B2b e C2c con compratori provenienti dagli oltre 50 Paesi partecipanti. Rinnovata la partnership con il Banco Alimentare, Rotary International e Tuttofood.

Ma questa del 2018 sarà un’edizione molto particolare che aspettava solo di essere aperta, come sempre, dal sorriso cordiale e bonaccione di Giovanni Tumbiolo.

Di certo ci mancherà vederlo fare gli onori di casa, incontrando le decine di rappresentanti diplomatici o correre per le stradine del centro storico mazarese per presenziare i tanti eventi sempre in programma. Ma sicuramente ci accompagnerà passo passo durante l’evento, con il suo ricordo.

Maurizio Ceccaioni
Newsfood.com

 


Hashtag: Africa, Medioriente, Blue Sea Land, Blue Economy, Green Economy, Cluster Mediterraneo, Economia Circolare, Expo, Green Economy, Kasbah, Mazara del Vallo, Giovanni Tumbiolo, Maurizio Ceccaioni