Con la Finanziaria 2007 cambiano le tariffe per il bollo auto solo per autovetture, motocicli e autoveicoli per il trasporto promiscuo. Si tratta di una variazione che ha valore su tutto il
territorio nazionale ad eccezione di Liguria e Toscana, dove interessa tutte le categorie di veicoli.
Gli aumenti riguardano le autovetture di potenza superiore e si applicano ai KW che superano i cento, mentre sono previste agevolazioni per i mezzi dotati di dispositivi meno inquinanti. In
particolare l’importo da pagare decresce in relazione alle caratteristiche ambientali, fino a raggiungere le quote previste nel 2006.
Sono anche previsti incentivi per l’acquisto di autovetture e autocarri leggeri Euro 4 o Euro 5 in sostituzione di un mezzo analogo che sarà rottamato: viene, infatti, concesso un
contributo che va da 800 a 2000 euro a seconda del veicolo, ma, se si tratta di autovettura, è necessario che le emissioni di biossido di carbonio non superino i 14 gr/km.
Inoltre per questi veicoli è prevista l’esenzione del bollo per 2 o 3 anni, mentre per i motocicli Euro 3 l’agevolazione ha una durata di 5 anni.
Sul sito dell’Agenzia delle Entrate (www.agenziaentrate.gov.it) saranno a breve disponibili la guida per il pagamento del bollo
auto, nonché il sistema automatico per il calcolo, in base alla targa del veicolo o ai KW/CV.