Anche per il 2018 sarà possibile richiedere i Bonus luce e gas, la misura di sostegno per le famiglie che vivono in una condizione di disagio economico e non riescono a fronteggiare i pagamenti delle bollette. Prevedendo uno sconto sulle spese per l’energia, i bonus luce e gas saranno un valido aiuto soprattutto in vista degli aumenti della spesa media per l’energia di circa 79 euro a famiglia (28 euro per la luce e 59 euro per il gas), annunciati dall’Autorità per l’Energia.
Gli utenti interessati potranno presentare richiesta per entrambi o per uno soltanto a seconda dei casi. Gli importi previsti saranno calcolati a seconda del numero dei componenti del nucleo familiare, delle modalità di impiego della materia prima e, nel caso della fornitura di gas, in base alla regione climatica di appartenenza. Lo sconto sarà praticato direttamente sulle bollette di luce e gas emesse nei 12 mesi successivi alla presentazione delle richieste. Alla scadenza annuale, si potrà rinnovare la richiesta anche per l’anno successivo.

Bonus luce e gas 2018: chi può farne richiesta?

Per ottenere lo sconto sulle bollette di luce e gas bisognerà possedere dei precisi requisiti che dovranno dimostrare lo stato di disagio economico e quindi il diritto di accedere a queste agevolazioni. Per farne richiesta occorre:

  • essere intestatari di un contratto di fornitura domestica (clienti domestici diretti) o utilizzatori di un impianto condominiale (clienti domestici indiretti)
  • dimostrare di avere un indicatore ISEE non superiore a 8.107,5 euro o ai 20.000 euro per le famiglie con più di tre figli a carico
  • per il gas, occorre avere un misuratore di classe non superiore a G6.

Il bonus luce potrà essere richiesto anche per situazioni di disagio fisico, ovvero se un membro del nucleo familiare è affetto da una patologia che necessita il collegamento continuo ad apparecchiature medicali alimentate da energia elettrica. In questo caso bisognerà allegare alla richiesta un’apposita documentazione rilasciata dall’ASL di competenza che attesti lo stato di salute del paziente, l’impiego indispensabile del dispositivo e fornisca tutti i dettagli utili per la sua identificazione.

Come presentare la richiesta per ricevere i Bonus luce e gas?

La richiesta per ottenere il Bonus luce e gas può essere presentata al Comune di residenza o presso un ente designato o un centro CAF (Centro di assistenza fiscale), compilando gli appositi moduli disponibili presso gli uffici competenti o scaricabili dal sito ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente), Autorità di Regolazione per l’Energia Reti e Ambiente, dalla sezione Consumatori.

Alla richiesta bisognerà allegare tutta la documentazione relativa all’intestatario del contratto di fornitura e alla situazione economica del nucleo familiare, comprese le informazioni necessarie all’identificazione delle utenze, come i codici POD e PDR.

Come risparmiare sulle bollette di luce e gas?

Oltre alla possibilità di accedere agli sconti previsti dai Bonus luce e gas, per tagliare i costi delle bollette è importante anche scegliere delle tariffe vantaggiose e in linea con le proprie abitudini di consumo. Confrontare le offerte luce e gas con SuperMoney consente di selezionare in pochi minuti le offerte luce e gas più convenienti del libero mercato, in grado di ottimizzare l’impiego delle risorse energetiche senza modificare lo standard energetico della propria abitazione.

 

Messaggio promozionale
Redazione Newsfood.com