Bosa Wine Festival 2019: i vincitori e la classifica finale

Bosa Wine Festival 2019: i vincitori e la classifica finale

Domenica 9 giugno, Bosa, Sardegna

Bosa Wine Festival 2019: i vincitori e la classifica finale

La Grande Festa del Vino di Bosa si è conclusa stanotte… era notte fonda, quasi l’alba, quando gli ultimo visitatori hanno deciso di riporre il calice e ritornare a casa.

Abbiamo incontrato persone di tutte le età, non solo Sardi di Sardegna (Massimo, un venditore di auto è arrivato con alcuni amici da Cagliari; Tommaso, un tecnico agronomo, da Oristano; Luciano, un blogger di Olbia, Francesca e le sue amich hanno lasciato a casa i mariti e sono arrivate con la loro Pandina da Santa Teresa di Gallura…) ma anche tanti turisti: Tedeschi, Inglesi, Giapponesi, Francesi, Danesi…

Già poco dopo la mezzanotte,  le Panadas, i panini col lardo … con la salsiccia… con Purpuzza di cinghiale … erano già finiti.  E tanto vino ma anche tanta birra. E ovviamente tanta buona Malvasia di Bosa.

Alcuni gruppetti di cantori di Cori Sardi di Bosa, sempre 4, a sorpresa intonavano le loro canzoni. Tra loro alcuni coi papelli bianchi ma anche  giovani che, invece di essere rimbambiti dai giochi digitali si dedicano anche a mantenere le tradizioni della loro Terra Natia.

Vi parleremo anche del MalvaBosa Spritz… ovviamente preparato con la Malvasia di Bosa!!

Giuseppe Danielli

(a breve altri articoli e video su Bosa Wine Festival 2019)

Ed ecco la

Classifica ufficiale vincitori

BOSA WINE FESTIVAL 2019

 

Classifica Vini Rossi

  1. 1)  Cantina Surrau
    Barriu 2015 IGT
    Vino di un bel colore rosso rubino con una trama fitta e che denota una buona struttura, al naso si esprime con una ricchezza di profumi intensi e stratificati che si esprimono in modo chiaro e ben differenziato, tra questi spiccano la ciliegia, la Viola, il sottobosco, la macchia mediterranea, ma anche note tostate di caffè, la china, ed il cuoio, si conferma al palato con un corpo pieno, un tannino nobile ed equilibrato, insomma un vino che colpisce per intensità ed eleganza.

 

  1. 2)  Cantina Fausti
    Per Domenico 2015 IGT
    Marche Syrah
    Rosso rubino compatto. Presenta un ampio ventaglio olfattivo che si esprime intensamente con una dominante speziata espressa su note di pepe nero, a cui si aggiungono macchia mediterranea, visciole, prugne e fiori in appassimento. Al gusto si presenta equilibrato con una buona componente alcolica glicerica che si bilancia con le durezze. Ottima persistenza gustativa.

 

  1. 3) Cantina Argiolas
    Iselis 2016
    Monica di Sardegna DocRosso rubino vivace. Si sottolineano profumi di ciliegie integre, sottobosco, fiori freschi, note aggrumate, ed elegante speziatura dolce. Ha un’ottima beva equilibrata da una buona struttura e corpo pieno, notevole sapidità e freschezza. Tannino nobile.

 

Classifica Vini Bianchi

  1. 1)  Consorzio San Michele
    Sinfonia 2018

    Vermentino di Gallura DOCG
    Giallo paglierino brillante, al naso presenta una notevole intensità, ed una successione di profumi di pesca bianca, erbette aromatiche, e note salmastre. All’esame gustativo si rivela fresco e sapido con una lunga persistenza. Esemplare.
  2. 2)  Cantina Mesa
    Giunco 2018

    Vermentino di Sardegna DOC
    Giallo paglierino, oltre alla buona mineralità porta al naso note agrumate e floreali con una buona intensità. Fresco e sapido è ben equilibrato per tipologia.

 

  1. 3)  Cantina Filigheddu Caldósa 2018
    Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2018
    Giallo paglierino con riflessi dorati. Fiori gialli, melone e pera, si alternano con eleganti note iodate. Conferma all’esame gustativo la buona freschezza. Tipico.

 

Classifica Spumanti

 

  1. 1)  Di Mió
    Estremo Brut

    Giallo paglierino con bollicine numerose, fini e persistenti. Al naso spiccano le noti floreali e la frutta fresca. La finezza delle bolle è confermata al palato da una elegante cremosità. Grande equilibrio e piacevolezza della bevuta. Ottima la persistenza.

 

  1. 2)  Cantina di Oliena
    Ororosa Brut Rosè
    Interpretazione moderna di vitigni autoctoni realizzato in una zona vocata per i vini rossi di corpo.
    Spumante rosa tenue, che al naso si presenta con note citrate ed in primis pompelmo rosa, melagrana e fiori freschi tra cui spiccano la rosa e la violetta. Fresco e sapido è dotato di buona eleganza.

 

  1. 3)  Di Mió
    Prosecco DOC Extra Dry
    Giallo paglierino con un perlage persistente. Elegante l’impatto olfattivo giocato su note fruttate, floreali e minerali che vengono confermate dall’esame olfattivo.

 

Menzioni Bosa Wine Festival 2019

  • Gran menzione della Giuria
    Emidio Oggianu
    (Foto in copertina)
    Malvasia di Bosa Doc Riserva 2011
    Prodotto territoriale di notevole qualità, perla incastonata nella Planargia che l’azienda Oggianu esprime ai massimi livelli.

 

  • Cima del Pomer
    Vino frizzante rifermentazione in bottiglia
  • Menzione per la particolarità del prodotto.

 

Redazione Newsfood.com

vedi anche altri:

 

Leggi Anche
Scrivi un commento