A pochi mesi dal termine del corso di studi, i diplomati del 22° Master della SMEA – l’Alta Scuola in economia agro-alimentare dell’Università Cattolica –
hanno, per la grandissima parte, trovato una occupazione soddisfacente, terminato il Master, su un totale di ventotto neodiplomati cinque hanno deciso di approfondire ulteriormente gli studi
attraverso il dottorato di ricerca o la laurea specialistica.

In cerca di occupazione sono rimasti quindi in ventitre e di questi, a distanza di un mese, diciotto hanno trovato un lavoro adeguato agli studi compiuti.
Per questi giovani, nella quasi totalità dei casi, si è trattato di trasformazione dello stage aziendale – previsto dal corso SMEA – in contratto di lavoro.

Sempre alto l’impegno verso l’internazionalizzazione – Sono più di un terzo del totale degli iscritti gli studenti della laurea specialistica in Economia del
Sistema Agro-alimentare dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Cremona, a svolgere parte del loro piano di studi in università straniere.
Più precisamente sono interessati atenei nel Connecticut in Usa, di Guelph in Canada e di Wageningen in Olanda. In quest’ultimo caso gli studenti hanno utilizzato il progetto
europeo Erasmus.