Caffè Pascucci al SIGEP 2019, a Rimini gioca in casa…

Caffè Pascucci al SIGEP 2019, a Rimini gioca in casa…

Si può dire che a Rimini Caffè Pascucci è praticamente di casa. La sede della torrefazione, a Monte Cerignone, sempre in provincia di Rimini, dista all’incirca 40 chilometri e, quindi, è come giocare sullo stesso terreno.

Questo, probabilmente, è uno dei motivi che invoglia la famiglia Pascucci a presentare al SIGEP sempre grandi novità. Con qualche esponente che dice “abbiamo creato uno stand che non sarà statico, ma che proporrà un tour all’interno del mondo Pascucci. Questo viaggio si svolge attraverso 4 postazioni, nelle quali il filo conduttore è la specializzazione portata all’estremo”.

 

Caffè Pascucci STAND SIGEP 2019

Vediamole queste quattro postazioni:

Caffè Pascucci Area Espresso

E’ composta da un banco macchina XLVI e da una Marzocco Leva su piedistallo XLVI. La tecnologia dedicata al maniacale filtraggio dell’acqua, alla micrometrica macinatura e all’erogazione espresso regolabile alla perfezione trasforma il concetto in un metodo di servizio innovativo per un settore diffuso ma che spesso appare maturo.

Caffè Pascucci Area Moka

Raccontiamo questo strumento al pubblico della ristorazione orgogliosi nel diffonderne la cultura. Una batteria di Moke servite direttamente al banco completata con il rinnovamento del tema dell’affogato, il tipico modo italiano di mescolare gelato e caffè. L’estate scorsa si è proposta come una naturale evoluzione del banco “Moka Maria”.

 

Caffè Pascucci Area Specialty

Il banco specialty è anche esso estremizzato da un Azomico XLVI portato ad otto contenitori. La postazione dedicata ai filtrati è arricchita tecnologicamente per lavorare i caffè speciali con ogni sistema alternativo per estrarli. Questi elementi trasformano l’area nel fulcro assoluto degli specialty coffee e degli infusi in foglia estratti al momento.

 

Caffè Pascucci Area Cold drinks

La zona Moka Nitro e Cold Brew tratta i freddi in modo semplicissimo ma proprio per questo rivoluzionario. I sifoni azotati sono esposti in batteria su un banco progettato e dedicato a questo uso. Completata da bevande tra cui tè freddi, succhi e Kombucha miscelati, quest’area sperimenta il freddo estremo grazie all’uso del ghiaccio lordo a contatto diretto.
Le moke, per i milanesi hanno bisogno di farsi vedere a Rimini, perché si possono vedere in attività nel Caffè Pascucci inaugurato di fronte alla Stazione Centrale, quasi adiacente all’hotel Excelsior Gallia che, oltretutto, è il secondo locale del brand “Caffè Pascucci” in attività a Milano e il 650° coffee shop nel mondo (40 in Italia di cui 10 in gestione diretta, 50 negli Usa e gli altri prevalentemente in Asia.

Il nuovo locale di Milano, però, è uno dei più grandi della catena Caffè Pascucci: si sviluppa su due livelli per un totale di circa 300 metri quadri e come tutti i locali Pascucci è progettato dall’architetto Marco Lucchi insieme al centro creativo della torrefazione aziendale di Montecerignone.

Nei Caffè Pascucci Shop, e quindi, anche nel secondo locale di Milano, si servono solo prodotti derivati da miscele certificate bio. Il menu spazia dall’espresso al mokaccino, dall’hot Mocha all’espresso con la crema Confuso, dal normale cappuccino all’originale Paspuccio (espresso bio, latte, schiuma di latte, sciroppo al caramello, polvere di cioccolato Pas-Ciok).

Naturalmente non mancano gli iced coffee e i “frappo”, in versione signature.
Quindi, tutto a portato di mano anche a Milano.
Pascucci al Sigep 2019: Hall Sud – stand 023.

Maria Michele Pizzillo
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento