Caldo: con canicola record termina la primavera più calda da 2 secoli

Anche per la calura degli ultimi giorni la primavera del 2007 passerà alla storia in Italia come l a più calda degli ultimi duecento anni dopo aver superato il precedente record
raggiunto nel 1800. E’ quanto riferisce la Coldiretti con riferimento alle analisi preliminari dell’Istituto di Scienze dell’atmosfera e del clima del Cnr (Isac-Cnr) che hanno rileva t o una
anomalia di 2. 3 gradi rispetto alla media del periodo 1961-1990. Il record delle alte temperature fatto segnare in Italia in primavera fa seguito – precisa la Coldiretti – a quello analogo
registrato per l’intera stagione invernale che ha provocato uno sconvolgimento dei cicli riproduttivi della natura: fioriture inaspettate, maturazione contemporanea di verdure, proliferazione
di animali selvatici, letargo interrotto, stagioni degli amori anticipate come le migrazioni degli uccelli.

Ma effetti del clima con le alte temperature si registrano anche sulla salute umana come evidenzia il Centro di ricerche in Bioclimatologia Medica dell’Università degli Studi di Milano
che in questi casi invita – sottolinea la Coldiretti – ad assumere molta frutta e verdura fresca, specie quella di stagione ed evitare i super alcolici, specie durante le ore pomeridiane e
subito dopo un pasto abbondante, in modo specifico se la temperatura supera i 30 gradi all’ombra, per non andare incontro a fastidiose infiammazioni dell’apparato digerente e dell’apparato
urinario.

Durante le ore calde della giornata il consiglio è di assumere molti liquidi ricchi di vitamine e sali minerali, come succhi di frutta e bibite adatte, in modo particolare dopo
l’esposizione al sole nelle zone ventose, data la grande evaporazione, a livello della pelle. L’obiettivo – continua la Coldiretti – è di evitare qualche noioso episodio di
disidratazione, che si esplica con pelle calda e secca, sensazione di disagio a livello dei tendini, dei muscoli e dei nervi, cefalea ingravescente, diminuzione della pressione, fino a
giungere, nei casi estremi, o al colpo di calore o al collasso da calore. Al mattino , in modo particolare nei periodi molto caldi, nei soggetti a stenici, abulici, fiacchi, con scarsa
attenzione, concentrazione e memoria è opportuno utilizzare pappa reale, propoli e spremute zuccherate e diluite.

Per sconfiggere il grande caldo insieme all’alimentazione sono utili semplici accorgimenti che riguardano la scelta di abiti leggeri chiari di cotone o in altre fibre naturali, docce tiepide,
luoghi ombreggiati, trucco leggero e profumi con essenze naturali, oltre che frutta e verdura.

E per acquisti consapevoli la Coldiretti consiglia di verificare l’origine in etichetta; di prediligere le varietà di stagione, in serra e in campo, che sono quelle che presentano le
migliori caratteristiche qualitative e il prezzo più conveniente; di preferire le produzioni e le varietà locali che, non essendo soggette a lunghi tempi di trasporto,
garantiscono maggiore freschezza; di privilegiare gli acquisti diretti dagli agricoltori, nei mercati e nei punti vendita specializzati dove è più facile individuare l’origine e
la genuinità dei prodotti; di scegliere i frutti con il giusto grado di maturazione e, infine, di optare per acquisti ridotti e ripetuti nel tempo a garanzia di freschezza.

www.coldiretti.it

Related Posts
Leave a reply