In occasione di CAMPUS, il Salone della Nuova Agricoltura, organizzato da Lingotto Fiere in collaborazione con la Regione Piemonte al Lingotto di Torino dal 26 al 29 marzo, la Regione
lancia un concorso per premiare idee innovative per l’agricoltura: nuove soluzioni tecniche o organizzative tese a migliorare la produzione e la qualità del lavoro agricolo.

Possono partecipare al concorso, denominato «Fiori di CAMPUS»:

• aziende agricole, a partire dalla propria esperienza diretta;
• imprese artigianali o piccole e medie imprese, per progetti volti a migliorare l’attività delle aziende agricole;
• organismi di ricerca, società di servizi, associazioni, per progetti volti a migliorare l’attività delle aziende agricole.

Le idee devono essere già state realizzate. La scadenza del bando è il 28 Febbraio 2009. La documentazione è scaricabile all’indirizzo
http://www.campus-agricoltura.it.

Saranno premiate le tre migliori idee, per ciascuna tipologia di partecipante. Il premio è pari a 2 mila euro e sarà consegnato in occasione di CAMPUS, al termine del
convegno inaugurale «Dove va l’agricoltura?».

«Questo concorso – afferma l’Assessore all’Agricoltura Mino Taricco – vuole essere un ulteriore stimolo e un’opportunità di attiva partecipazione per
tutti i protagonisti del settore agricolo. Nell’agricoltura di oggi vi sono moltissime esperienze innovative che contribuiscono a migliorare la produttività,
l’integrazione di filiera, la compatibilità ambientale e a coniugare la ricerca e il mondo della produzione. Non sempre i nuovi progetti trovano tuttavia spazio e
attenzione adeguata. Vorremmo, con la proposta di CAMPUS e in particolare con il concorso, fornire un’occasione ad aziende, enti di ricerca, associazioni, per dare
visibilità alla propria capacità innovativa nel settore primario».

Coerentemente con la proposta del Salone, il concorso si divide in quattro categorie:

• produzione, lavorazione, trasformazione e distribuzione di prodotti agro alimentari: innovazione, creatività e originalità al servizio della filiera;
• paesaggio agricolo: tecniche ed esperienze per migliorare l’immagine del territorio rurale;
• vivibilità: nuove idee per fare vivere meglio le comunità agricole;
• multifunzionalità e pluriattività: la ricerca di nuove forme di integrazione del settore agricolo con gli altri settori economici per una migliore gestione del
territorio e una diversificazione dei servizi offerti.