Cantina Settecani: premio sostenibilità da Ministero dell’Agricoltura

Cantina Settecani: premio sostenibilità da Ministero dell’Agricoltura

Marzo 2017,

Pioggia di premi ed encomi per la Cantina Modenese, una cantina familiare, dove le decisioni si prendono sempre tutti insieme

Importante riconoscimento sulla sostenibilità alla Cantina Settecani

Rilevante certificazione sulla sostenibilità, attribuita dal Ministero dell’Agricoltura alla Cantina modenese, insieme a poche altre realtà vitivinicole italiane.

Dopo l’Oscar della Guida Bere Bene del Gambero Rosso 2017 per l’ottimo rapporto qualità prezzo; la medaglia d’argento al Concorso internazionale “La selezione del Sindaco”; l’inserimento nella Guida “Emilia Romagna da bere e da mangiare” e la presenza nella Guida Vini d’Italia 2017 del Gambero Rosso, non sono certo mancati i riconoscimenti a Cantina Settecani nel 2016 appena concluso, ma quello che ha reso maggiormente fieri i 200 soci è stato il prestigioso riconoscimento V.I.V.A., attribuito ai vini sostenibili di pochissime cantine italiane.

via del grasparossaIl progetto del Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, grazie a DNV GL, uno dei più autorevoli enti di certificazione a livello mondiale, ha accuratamente vagliato le prestazioni di sostenibilità della storica cantina modenese, attraverso un percorso lungo e complesso dove ogni segmento utile allo svolgimento dell’attività – Aria, Acqua, Vigneto e Territorio, è stato approfondito in tutti i suoi aspetti, in osservanza a un rigido disciplinare tecnico, che tiene conto di metodologie di monitoraggio, sistemi di controllo e valori essenziali che indicano l’attenzione dell’azienda alla sostenibilità.

“Vini sostenibili” prodotti senza nuocere in alcun modo al territorio, che possono fregiarsi dell’etichetta V.I.V.A., un blasone conquistato da Cantina Settecani nel 2016, che consente l’ingresso in un club ristretto di aziende di rilievo, del calibro di Marchesi Antinori, Tasca D’Almerita, Mastroberardino, Michele Chiarlo, Arnaldo Caprai, Guido Berlucchi & C., che hanno scelto la sostenibilità come valore primario.

Il progetto V.I.V.A. (Valutazione dell’Impatto della Vitivinicoltura sull’Ambiente) è stato sviluppato dal Ministero in collaborazione con un pool di importanti enti di ricerca (Agroinnova dell’Università di Torino, il Centro Opera per l’agricoltura sostenibile dell’Università Cattolica di Milano e il Centro di ricerca sulle biomasse dell’Università di Perugia) e con il supporto dell’ente di certificazione DNV GL.

I 48 agricoltori e possidenti che fondarono la Cantina Settecani nel 1923, hanno fin dai primi tempi intrapreso un percorso condiviso che ha connotato nel corso dei decenni, l’opera virtuosa di una delle realtà più significative nel panorama delle cantine sociali.

Una cantina nel cuore del Grasparossa, posta nella frazione di Settecani, ai confini delle località modenesi di Castelvetro, Castelnuovo Rangone e Spilamberto, che ha saputo crescere, senza mai smettere di porsi nuovi e ambiziosi obiettivi, superando difficoltà, e conquistando successi. Lo spirito di una grande famiglia fatta di famiglie, una realtà imprenditoriale dove le decisioni si prendono sempre tutti insieme.

Rita Giani
dall’Emilia Romagna
per Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento