Roma, 26 Settembre 2007 – La nostra parlamentare azzurra Gabriella Carlucci denuncia che da parte del governo viene attuato un «occulto prelievo ai danni dei pensionati e
lavoratori». «Qualche mese fa avevo sollevato il problema, ma la mia denuncia e’ rimasta inascoltata, o forse appositamente nascosta per le denunce che venivano elevate al
governo». «Lavoratori e pensionati di tutto il mondo unitevi: vi stanno fregando un’altra volta. Senza troppa pubblicità l’esecutivo ha varato un decreto ministeriale che
impone una tassa occulta sulle buste paga dei lavoratori pubblici dello 0,35% e dello 0,15% per i pensionati che fruiscono dei trattamenti Inpdap».

Per la Carlucci, si tratta di «una vera e propria tassa nascosta per consentire l’accesso al credito agevolato, in sostanza ai prestiti che lo Stato elargisce ai dipendenti. Strano che
nessuno dei soggetti interessati sia stato informato, a maggior ragione se questa clausola del silenzio-assenso non lascia scampo: se entro ottobre non si rifiuta il prelievo, ti soffiano tutti
i soldi». «Bisognava attendere una coraggiosa inchiesta de Il Giornale fatta da Giancarlo Lehner perché la mia vecchia segnalazione venisse presa in considerazione. Ma il
Governo ha tutte le ragioni per continuare a nascondere. Quando mettono le mani nelle tue tasche, il gesto non e’ di solidarietà, ma, secondo il codice penale, porta un altro
nome».