Caro-mutui: 530 mila famiglia in difficoltà per pagare le rate

L'Abi: «Nessun dolo da parte delle banche».

L'Antitrust lancia l'allarme e chiede più poteri sanzionatori contro le violazioni della normativa

post 1207094400 border 1505952000

Il caro-mutui mette sempre più in difficoltà le famiglie italiane, allarmanti i dati forniti oggi dal presidente dell’Antitrust, Antonio Catricalà: sono 530mila le famiglie
italiane che hanno problemi a pagare le rate del mutuo, di queste 420mila si trovano in difficoltà per l’aumento del costo della rata, mentre 110 mila sono a rischio insolvenza.

Catricalà ha invocato un «intervento chiarificatore» da parte del legislatore sui «poteri di coercizione e strumenti sanzionatori» a disposizione dell’Antitrust
per punire le violazioni della normativa su rinegoziazione ed estinzione dei mutui e ha denunciato «prepotenze» da parte degli istituti bancari. Quindi ha concluso: «Bisogna
vigilare con gli strumenti necessari su una vicenda che sta diventando paradossale».

Il direttore generale dell’Abi Giuseppe Zadra ha replicato assicurando che non c’è dolo da parte delle banche, che la procedura sulla portabilità dei mutui è ancora in fase
di rodaggio e che ad oggi sono ben centomila le estinzioni e le rinegoziazioni di mutui.

Tagged

Nessun commento

    Nessun commento!

    Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

    Rispondi

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Caro-mutui: 530 mila famiglia in difficoltà per pagare le rate

    Servizio di Simona Buonomano.

    L'Antitrust lancia l'allarme e chiede più poteri sanzionatori contro le violazioni della normativa. L'Abi: «Nessun dolo da parte delle banche»

    post 1207094400 border 1505952000

    Tagged
    Categorie

    Nessun commento

      Nessun commento!

      Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

      Rispondi

      Leave a Reply

      Your email address will not be published. Required fields are marked *