Celiachia, via libera al DDL Palagiano sull’etichettatura dei farmaci

Celiachia, via libera al DDL Palagiano sull’etichettatura dei farmaci

Un passo avanti per la lotta alla celiachia e la salute dei malati.

La Camera dei deputati (sezione Commissione Affari Sociali) ha approvato all’unanimità la proposta di legge “Disposizioni concernenti l’etichettatura dei farmaci contenenti gliadina e l’indicazione delle presenza di lattosio, a tutela
delle persone affette da morbo celiaco”
.

Detto anche DDL Palagiano, dal nome del senatore Idv promotore
dell’iniziativa, il DDL obbliga i produttori a segnalare la presenza di gliadina, proteina del glutine chiave della reazione allergica di celiaci ed intolleranti. L’uso di tale sostanza
dovrà perciò essere indicato su confezione e bugiardino di farmaci, sciroppi, eccipienti, fermenti lattici.

Dietro il provvedimento, motivazioni mediche: nei celiaci la gliadina favorisce tumori, danni alla mucosa intestinale, sterilità, aborti continui.

Soddisfatto il senatore Palagiano, che ricorda come la celiachia sia malattia diffusa in Italia. Come egli stesso spiega, “Secondo la Relazione annuale al Parlamento sulla celiachia per il
2010, nel nostro Paese l’incidenza della malattia è stimata intorno all’1%, per un totale di circa 600.000 celiaci, contro i circa 122.000 casi effettivamente censiti. I numeri sono in
continua crescita: ogni anno ci sono 5.000 nuove diagnosi e nascono 2.800 nuovi soggetti celiaci, con un incremento di circa il 9% annuo. Per il testo approvato oggi, inoltre, e’ stata
richiesta approvazione per via legislativa, che non prevede passaggio in aula, e diventerà quindi, a breve, legge a tutti gli effetti”.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento