Utilizzare le cellule staminali del midollo spinale per colpire l’infiammazione nei polmoni ed eliminare così l’asma.

E’ la teoria portata avanti da una ricerca dei National Institutes of Health (NiH), diretta dal dottor Krisztian Nemeth e pubblicata su “PNAS”.

Gli studiosi spiegano come le staminali del midollo (staminali mesenchimali) sono in grado di eliminare la risposta del sistema immunitario indesiderate durante i trapianti di midollo osseo.

Ciò avviene perché le mesenchimali agiscono sui linfociti Th1 e Th2, il cui squilibrio genera problemi. Questo è proprio quanto avviene con l’asma, malattia che colpisce
circa 300 milioni di persone ed è causata proprio dalla perdita di equilibrio tra Th1 e Th2.

Allora, il team Nih ha messo alla prova le staminali in una situazione del genere.

Durante il test, i ricercatori hanno lavorato con topi affetti da asma, prelevando dal midollo le staminali ed iniettandole nei polmoni. L’osservazione successiva ha mostrato come i topi
trattati mostrassero una migliore salute rispetto agli animali asmatici non trattati: il loro organismo presentava meno cellule infiammatorie ed una riduzione dei livelli di muco.

Fonte: Nemeth K, Keane-Myers A, Brown JM, Metcalfe DD, Gorham JD, Bundoc VG, Hodges MG, Jelinek I, Madala S, Karpati S, Mezey E, “Bone marrow stromal cells use TGF-beta to suppress
allergic responses in a mouse model of ragweed-induced asthma”
, PNAS 2010

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.