Cenone di Capodanno: menu stellato con insetti invece del solito salmone

Cenone di Capodanno: menu stellato con insetti invece del solito salmone

Insetti commestibili protagonisti del 2015. I ristoranti dove provarli anche per Capodanno.
Il 2015 è stato l’anno che ha visto gli insetti commestibili come protagonisti del dibattito sui cibi del futuro.
Nel 2015, soprattutto grazie ad Expo che ha consentito di realizzare in Italia la prima e unica degustazione pubblica autorizzata, si è parlato molto di insetti commestibili. Protagonisti di articoli e trasmissioni televisive, dagli chef stellati ai ricercatori di tutto il mondo, tutti hanno dato il contributo ad un argomento importante per la sostenibilità alimentare e di grande interesse culturale.
CR_Noma_woodants-700x300Sebbene in alcuni paesi europei siano venduti anche nei supermercati, in Italia infatti il loro allevamento e la somministrazione per uso umano sono vietati (per mancanza di norme).
A ottobre l’EFSA, l’Agenzia per la Sicurezza Alimentare Europea, ha pubblicato un parere (sotto forma di profilo di rischio) sull’utilizzo degli insetti commestibili per l’alimentazione umana e dopo pochi giorni (28 ottobre) il Parlamento europeo, in sessione plenaria a Strasburgo, ha dato avvio all’iter che ne semplificherà l’utilizzo in tutti i paesi europei.
Ma è sul tema della produzione alimentare sostenibile che l’Italia è stata protagonista nel 2015: è nato il network Edible Insects, promosso da Andrea Mascaretti: il network riunisce oltre 300 ricercatori ed esperti provenienti da oltre 30 centri di ricerca, università ed istituzioni italiane.

Aphrodite foiegrasgrillon insettiCosì Edible Insects, in collaborazione tecnica con FAO, ha presentato in Expo 2015 la proposta italiana sull’utilizzo industriale degli insetti commestibili come alimento sostenibile per contribuire a parte del fabbisogno di proteine per nutrire un Pianeta sempre più affamato.

Andrea Mascaretti:- “il 2016 sarà l’anno in cui gli insetti commestibili saranno veramente protagonisti in Europa. Sarà possibile allevarli industrialmente per produrre mangimi per gli allevamenti ittici e avicoli riducendo così le coltivazioni di soia e l’utilizzo di farine di pesce; contribuiranno in questo modo ad un minor impoverimento delle risorse ittiche fino ad ora troppo sfruttate. Inoltre sarà possibile produrre farine proteiche e integratori a base di insetti per combattere la denutrizione e la malnutrizione in Paesi in via di sviluppo nei quali gli insetti facciano già parte della tradizione alimentare; anche in Italia abbiamo vinto una sfida culturale: durante Expo la mostra sui prodotti a base di insetti commestibili che abbiamo realizzato con la Società Umanitaria e Coop Italia è stata visitata da oltre 700.000 visitatori, un vero record. E secondo un sondaggio Doxa fatto durante Expo, oltre il 40% degli italiani sarebbero disposti a mangiare degli insetti commestibili”.

Toloache Grasshopper insettiCercando su internet scopriamo che ormai sono numerosi i siti che, anche in italiano, propongono ricette dove l’ingrediente principale sono proprio gli insetti. L’ultima moda o una stranezza per pochi eccentrici? Molti ristoranti rinomati e stellati in Europa e nel Mondo offrono nei loro menu anche piatti a base di insetti commestibili. Saranno il sushi del futuro, e molti potranno gustarli andando all’estero per festeggiare il capodanno. Qualche esempio? Internet ne è pieno, basta andare sul sito www.edibleinsects.it per trovare entotour, i ristoranti di qualità dove assaggiare piatti con insetti commestibili proposti da grandi chef per questo nuovo 2016”

Per info: [email protected]

Ristoranti in Europa con insetti nel Menu

(*) Ristorante Aphrodite, Nizza

Lo chef stellato David Faure ha creato un intero menu, dall’antipasto al dolce, inclusa la piccola pasticceria, a dimostrazione di quanto saporiti e invitanti possano essere insalate, zuppe, polpettine, gelati e biscotti da cui spuntano vermi, larve e zampette di imenotteri assortiti…

* * Ristorante Noma, Copenaghen

Al Noma, considerato il miglior ristorante al mondo, potreste assaggiare il Live ants with crème fraîche o il Garum di cavallette (una salsa di pesce fermentata con orzo, cavallette, larve di scarabeo e sale). Alla guida della cucina c’è lo chef René Redzepi…

  

Sempre a Copenaghen potete contattare il Nordic Food Lab fucina di esperti del settore che girano il mondo alla ricerca dei migliori “entomi” edibili, con storie di prodotti e produttori, ricette e degustazioni.

A Berlino, il Never Never Land “Outback”

A Francoforte, il Manitou 

Qui invece si respira atmosfera indiana, con specialità che vanno dal bisonte al coccodrillo, dalle bistecche di cactus a vari insetti alla griglia…

 Festin-Nu, Parigi

Elie Daviron, promettente giovane chef passata dalla prestigiosa scuola Ferrandi, propone nel suo piccolo bistrot aperitivi a prezzi accessibili a base di insetti (una selezione di cavallette, cimici, vermi e coleotteri fritti, in salsa agrodolce o saltati in padella)…

Ento, Londra

Dal 2013 crea menu deliziosi, sani e sostenibili utilizzando insetti commestibili e attirando da allora curiosi, naturalisti, ecologisti. Ricette ecocompatibili…

Archipelago Restaurant, Londra

Lo chef Daniel Creedon propone di “esplorare l’esotico” con cavallette e grilli insieme a coccodrillo e canguro…

 

 

Vedi anche:

Leggi Anche
Scrivi un commento