Alessandria – La Giunta provinciale, presieduta da Paolo Filippi, su proposta dell’assessore alla Viabilità, Riccardo Prete, ha approvato il progetto definitivo del I
Lotto strutturale relativo alla realizzazione del Centro di Guida Sicura a Frugarolo.

L’intervento rientra nel Programma Annuale di Attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale, volto a incentivare interventi finalizzati al miglioramento della sicurezza stradale, con
cui la Regione Piemonte intende affermare la «visione» di una circolazione stradale con «zero» morti e feriti gravi.

In quest’ottica, la Provincia di Alessandria, in collaborazione con il Comune di Frugarolo, l’Automobil Club Alessandria e l’Istituto di Ricerca Sociale Pier Paolo Cuniolo, ha predisposto un
progetto per la realizzazione di un centro di formazione denominato «Scuola Superiore per la Mobilità Sicura», di ausilio all’educazione stradale nelle scuole provinciali
(campi prova di educazione stradale per i bambini, aree prova per ciclomotori), nonché per il conseguimento del Certificato di Qualificazione Conducente (CQC), introdotto dal D.M. 286
del 2005, che obbliga tutti i conducenti professionisti, che conseguiranno la patente di guida successivamente all’entrata in vigore dei decreti attuativi del D.M. 286 di prossima emanazione, a
corsi formativi di lunga durata (280 ore), oltre a 20 ore di guida pratica da svolgersi su veicoli pesanti.

L’esecuzione dell’intero progetto, che sarà suddiviso in due lotti funzionali del costo complessivo di circa 6 milioni di euro, prevede, per il I Lotto, l’esecuzione di interventi
adeguativi rivolti verso la Strada Comunale «della Valle», per realizzare un’intersezione stradale a norma di legge; la formazione di una nuova viabilità di accesso al
centro, che parta dalla Strada Comunale e raggiunga direttamente l’area di intervento; un’area adibita a parcheggio per le auto e gli autobus; tre aree di esercizio e il fabbricato per le
attività didattiche teoriche ed amministrative. Tutte le aree sono progettate per eseguire specifici esercizi pratici che simulino situazioni critiche potenzialmente verificabili durante
la conduzione di un mezzo automobilistico. Per la realizzazione di ogni esercizio, in completa sicurezza e con il minor spreco di energie ed usura dei mezzi utilizzati, ogni pista sarà
dotata di una forte componente impiantistica e tecnologica, che prevede l’uso di resine a basso coefficiente di attrito e un sistema idrico di approvvigionamento e di recupero dell’acqua,
necessari per riprodurre in ogni area situazioni di asfalto bagnato.

L’intervento del I Lotto strutturale, dell’importo complessivo di 2 milioni 950 mila euro, è stato ulteriormente suddiviso in due lotti funzionali inseriti nel Programma Triennale OO.PP.
2008-2010: il I Lotto, da 2 milioni e 310 mila euro, finanziato per 420 mila euro mediante economie di precedenti appalti, per 600 mila euro mediante fondi statali e per 1 milione 290 mila euro
attraverso fondi della Regione Piemonte; il II Lotto, da 640 mila euro, mediante accensione di un nuovo mutuo.