Cheese 2007, Bra 21-24 settembre

Bra, 18 Giugno 2007 – Oggi presso il Teatro Politeama di Bra (Cn) è stato presentato il programma ufficiale di Cheese 2007, la manifestazione organizzata da Slow Food e dal Comune
di Bra che si terrà nella città piemontese dal 21 al 24 settembre.

All’incontro hanno partecipato Camillo Scimone Sindaco Città di Bra, Piero Sardo Presidente Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus, Giuseppe Rosciano Assessore al Bilancio
Provincia Cuneo, Mino Taricco Assessore all’Agricoltura Regione Piemonte e Carlo Petrini, Presidente Slow Food.

Dopo il saluto del Sindaco Camillo Scimone, Piero Sardo ha illustrato i temi dell’edizione 2007 di Cheese.
Secondo il Presidente della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus, la formula con cui si apre il programma di Cheese, Benvenuti in Europa, indica uno dei temi principali della
manifestazione di quest’anno. «Vogliamo portare alla ribalta le produzioni casearie dell’Est europeo, ma non con uno sguardo da primi della classe che accolgono gli ultimi arrivati.
Piuttosto vogliamo mostrare come la produzione di formaggi tradizionali sia un fattore caratterizzante dell’identità europea. A Cheese si potrà così conoscere il mondo
misconosciuto ma ricchissimo delle produzioni dell’Est. Scoprire, tutelare e far conoscere è comunque l’obiettivo generale della manifestazione, coniugato anche attraverso i temi delle
produzioni di montagna e della transumanza, tuttora a rischio di scomparsa a causa di leggi di mercato omologanti e a legislazioni iperigieniste. Per questo gli spazi educativi di Cheese sono
parte fondamentale dell’evento, affinché il consumatore, informato e consapevole, diventi il primo difensore delle produzioni di qualità, e ne riconosca il valore».

L’Assessore regionale all’Agricoltura Mino Taricco ha sottolineato: «La Regione Piemonte sostiene con grande impegno la manifestazione e sarà presente con un’importante area
espositiva e di degustazione, in cui ospiterà l’intera filiera lattiero-casearia, dalle razze animali ai casari che trasformano il prodotto, ai formaggi dop e pat (prodotti agricoli
tradizionali). L’adesione a Cheese si inserisce nel nostro percorso di difesa della biodiversità, della tracciabilità, della qualità, principi che coincidono con quelli da
sempre sostenuti da Slow Food con Terra Madre e altre iniziative. L’obiettivo per cui tutti dobbiamo lavorare è la ricerca di un rapporto serio e trasparente con i consumatori».

Carlo Petrini ha concluso: «Dal 1997, anno della prima edizione, Cheese ha mutato il panorama del settore lattiero caseario. Pensiamo solo alla battaglia a favore delle produzioni a latte
crudo. Un messaggio che è stato recepito da larga parte delle istituzioni e dell’opinione pubblica anche in quesi Paesi, di cultura anglosassone, che consideravano la pastorizzazione
l’unica garanzia imprescindibile di sicurezza alimentare. Questa per noi è stata una vittoria importantissima e ci ha incoraggiato a continuare nella valorizzazione delle produzioni
locali rispettose dell’ambiente e degli ecosistemi. La manifestazione, con la sua connotazione sempre più internazionale, ha avuto la capacità di portare avanti le istanze delle
comunità del settore caseario nel mondo, baluardo a salvaguardia del patrimonio di diversità delle culture gastronomiche».

L’edizione 2007 di Cheese avrà come protagonisti i formaggi erborinati e le eccellenze casearie dei Paesi dell’Est europeo appena entrati nell’Ue, in particolare Romania e
Bulgaria.
Per le strade di Bra ritorneranno tutte quelle attività ormai tipiche della manifestazione, come il Grande Mercato dei Formaggi, l’Isola dei Presìdi, l’Enoteca e la Gran Sala, la
Casa dei Blu, i Chioschi Degustazione, i Laboratori del Gusto e i Master of Cheese, il Caffè Letterario Musicale e le attività per i più piccoli, come il Circo
dell’Educazione del Gusto e Cheese Bimbi.

Da oggi è disponibile on line una sezione speciale dedicata a Cheese 2007 consultabile ai siti www.slowfood.it e www.comune.bra.cn.it

Related Posts
Leave a reply