Chiusa con successo Olio officina Food Festival 2014 – III edizione

Chiusa con successo Olio officina Food Festival 2014 – III edizione

Milano, 25 gennaio 2014

Franco Vergnano
per Newsfood.com

Da sempre – o almeno dai greci in poi – l’olio d’oliva è storia, cultura, condivisione, accoglienza, epica. Nella vita di ogni giorno l’olio è anche profumo, sfumature di
colore, sensazioni. L’olio, dunque, non solo come semplice fluido o lubrificante vegetale, ma spirito che intreccia e lega la diversità. Insomma, un alimento interetnico.

Ecco perchè la manifestazione alle Stelline di Milano intitolata “Olio Officina Food Festival 2014” è stata dedicata all’anima sociale dell’olio e del cibo: un tema portante di
questo happening sui condimenti patrocinato anche da Expo 2015.
Protagonisti assoluti i condimenti per il corpo e per la mente. (n.d.r. il pay off di newsfood.com dal 2005, è Nutrimento&nutriMENTE).
La manifestazione, unica del suo genere in Italia (ideata e diretta da Luigi Caricato oleologo, giornalista e scrittore) si è aperta con una riflessione sull’anima sociale dell’olio, del
food e della madre terra, in concomitanza con l’anno dell’agricoltura familiare proclamato, per il 2014, dall’Onu.

Per dare forza e potenza al tema portante del festival, è stato individuato come figura simbolo e carismatica padre Enzo Bianchi, priore della Comunità di Bose, e autorevole maestro
del nostro tempo. Significativa la presenza del Consiglio oleicolo internazionale come ospite d’onore, con il direttore esecutivo Jean-Louis Barjol.

Il Coi (International olive council) è un’organizzazione intergovernativa unica al mondo che riunisce i produttori, i consumatori e gli operatori dell’olio di oliva e delle olive da
tavola. Un luogo d’incontro privilegiato ed autorevole, aperto al dibattito su tutto ciò che riguarda l’olio di oliva.

Il Festival, partendo dagli oli d’oliva, si è aperto a diverse tematiche analizzando gli aspetti culturali, gastronomici, sensoriali, storico-economici e di benessere dei condimenti e
più in generale della socialità e convivialità legata al cibo. Le voci di antropologi, nutrizionisti, attori, sociologi, cuochi, storici, produttori e analisti sensoriali si
sono intrecciate per creare un ambiente dove i saperi e i sapori si sono confrontarsi per offrire visioni e prospettive inedite sulla nostra cultura sociale e conviviale.

Dire anima sociale dell’olio significa anche dare spazio a chi crede nell’economia dell’olio, nelle molte eccellenze dal made in Italy (con tanto di export) e nel recupero della terra,
spesso vilipesa, alla propria funzione naturale per un’agricoltura che possa tornare a dare dignità a chi lavora i campi e assicurare una sana e consapevole alimentazione ai
consumatori.

Diverse le realtà associative e culturali che hanno condiviso l’obiettivo portando testimonianze e progetti al festival: Rete fattorie sociali, Comunità di San Patrignano, Terrasud,
Amici del cenacolo, Laboratori urbani aperti.
Da sottolineare anche una splendida “area bambini” con una serie di attività progettate in modo specifico per i ragazzi: sedute di degustazione, laboratori di cucina con ricette a base di
olio di oliva, gioco dell’oca per scoprire, divertendosi, il vasto mondo dell’olio d’oliva.

Le attività, coordinate dall’Associazione casa dell’olivo, sono a cura di Unapol, Carapelli Firenze, Agridè, Pantaleo, Bambino progetto salute, associazione delle Donne dell’olio e
associazione nazionale Cuoche a domicilio.

Sul versante della cultura, numerosi i libri presentati: “Osti sull’orlo di una crisi di nervi” del critico gastronomico in incognito Valerio Massimo Visintin; “Libero Olio in libero Stato”, di
Luigi Caricato; “Le attenuanti sentimentali”, un romanzo di Antonio Pascale; “Friggere bene” e “Olio: crutto e cotto” di Luigi Caricato e Giuseppe Capano; “Il dolce. Il sapore del gusto nella
storia” di Ettore Franca e Alfredo Taracchini Antonaros; storico “Radici & gemme”, un saggio storico di Alfonso Pascale. Non è mancata la vendita di libri selezionati, da mangiare
con gli occhi, a cura della libreria Gastronomica Malafarina.

Tra le moltissime presentazioni anche quella del nuovo sito – o meglio “magazine online” –  www.parliamodicucina.com curato dalla “giornalista della carta” Marilena Bergamaschi che si
ripromette di trattare argomenti legati all’agroalimentare in maniera semplice e accessibile per tutti.
 
Franco Vergnano
per Newsfood.com

NOTA
Luigi Caricato, scrittore, oleologo, giornalista, è autore di diversi volumi dedicati all’olio extra vergine di oliva. Con “Olio Officina Food Festival”, di cui è ideatore e
direttore, si propone di sviluppare un laboratorio di idee aperto a tutti, incentrato sul rapporto tra sostanze grasse e altri alimenti, senza trascurare la cultura alta (e “altra” dal cibo e dai
condimenti). Tra le sue più recenti pubblicazioni si segnalano Olio di lago, per le edizioni Mondadori, e Olio: crudo e cotto, edito da Tecniche Nuove.
Luigi Caricato, scrittore, oleologo, giornalista, è autore di diversi volumi dedicati all’olio extra vergine di oliva. Con “Olio Officina Food Festival”, di cui è ideatore e
direttore, si propone di sviluppare un laboratorio di idee aperto a tutti, incentrato sul rapporto tra sostanze grasse e altri alimenti, senza trascurare la cultura alta (e “altra” dal cibo e dai
condimenti). Tra le sue più recenti pubblicazioni si segnalano Olio di lago, per le edizioni Mondadori, e Olio: crudo e cotto, edito da Tecniche Nuove. – See more at:
http://www.olioofficina.com/#sthash.m1zHN3oo.dpuf
Luigi Caricato, scrittore, oleologo, giornalista, è autore di diversi volumi dedicati all’olio extra vergine di oliva. Con “Olio Officina Food Festival”, di cui è ideatore e
direttore, si propone di sviluppare un laboratorio di idee aperto a tutti, incentrato sul rapporto tra sostanze grasse e altri alimenti, senza trascurare la cultura alta (e “altra” dal cibo e dai
condimenti). Tra le sue più recenti pubblicazioni si segnalano Olio di lago, per le edizioni Mondadori, e Olio: crudo e cotto, edito da Tecniche Nuove. – See more at:
http://www.olioofficina.com/#sthash.m1zHN3oo.dpuf
Luigi Caricato, scrittore, oleologo, giornalista, è autore di diversi volumi dedicati all’olio extra vergine di oliva. Con “Olio Officina Food Festival”, di cui è ideatore e
direttore, si propone di sviluppare un laboratorio di idee aperto a tutti, incentrato sul rapporto tra sostanze grasse e altri alimenti, senza trascurare la cultura alta (e “altra” dal cibo e dai
condimenti). Tra le sue più recenti pubblicazioni si segnalano Olio di lago, per le edizioni Mondadori, e Olio: crudo e cotto, edito da Tecniche Nuove. – See more at:
http://www.olioofficina.com/#sthash.m1zHN3oo.dpuf

Leggi Anche
Scrivi un commento