Ci scrive Rosanna Ercole che ci presenta il suo nuovo incarico per conto della FIC

Ci scrive Rosanna Ercole che ci presenta il suo nuovo incarico per conto della FIC

Inizio messaggio inoltrato:

Da: Rosanna Ercole
Data: 26 settembre 2011 15:01:14 GMT 02:00
Oggetto: Comunicato: Lavori in corso della Federazione Italiana Cuochi

Gentile collega,

Sono Rosanna Ercole Mellone, cronista dell’attualità alimentare e docente di Comunicazione della Nutrizione.

Come forse avrai notato, ogni tanto ti disturbo con un comunicato riguardante la Federazione Italiana Cuochi.

A questo proposito, volevo confermarti che ho ricevuto l’incarico dai nostri chef di rappresentarli, in veste di portavoce e di referente della comunicazione della FIC.

Il compito mi onora e mi impegna perché ritengo giusto e doveroso rendere più visibili i professionisti della cucina italiana che meritano attenzione per il loro lavoro, spesso
sottovalutato.

La filosofia della Federazione è in linea con tutte le attuali tendenze dell’alimentazione, pur conservando un occhio particolare per la tradizione, ma rivisitata.

Tra i 20.000 chef della FIC, si riscontrano personaggi per tutti i gusti! Nel gruppo sono presenti volti noti, innovatori, artisti dell’intaglio e creativi della cucina.

Perciò, qualunque informazione ti serva, dalla semplice ricetta al consulto gastronomico specialistico, non esitare a contattarmi.

Ti sarei grata se tu potessi apportare un tuo personale contributo per promuovere e difendere i protagonisti della cucina made in Italy nel competitivo scenario mondiale.

Anche a nome della Federazione Italiana Cuochi, ti ringrazio anticipatamente e ti auguro buon lavoro.

Un grande saluto

Rosanna Ercole

—————————————————————————————————————–

Comunicato-stampa 26 settembre 2011

Lavori in corso della Federazione Italiana Cuochi

L’esercito di berrette bianche è all’opera per completare i prossimi programmi, per allenare le giovani leve e soprattutto per mettere a disposizione dell’agro-alimentare e dei
consumatori la propria professionalità. Dopo aver lanciato una proposta per la ristorazione biologica, la FIC si appresta a diffondere il suo
messaggio di “sana e gustosa alimentazione” non solo attraverso la televisione pubblica, ma partecipando, con progetti innovativi, alle principali Fiere
del settore: prima a Milano, a Host, dal 21 al 25 ottobre, e poi a Rimini, a SIA-Guest, Sigep e Sapore.

In stile soft, ma con fermezza, la Federazione Italiana Cuochi continua a sottolineare, con le proprie attività, il ruolo che le compete come
unico organo ufficiale del comparto e quindi autorizzata a procedere, per la tutela di una cucina saporita, salutare e genuina, nell’ottica della tradizione ma con un taglio rinnovato.

Su questo tema attualissimo, il prossimo banco di prova per le berrette bianche è previsto a Milano dal 21 al 25 ottobre. Nell’ambito di HOST-Salone
Internazionale dell’Ospitalità Professionale
, la FIC organizza il grande evento “2011-La cucina nel futuro” che metterà in rilievo
non solo gli aspetti gastronomici di ogni piatto ma anche le qualità nutrizionali dei singoli ingredienti e delle diverse preparazioni.

«Tutte le cucine sono buone, se i piatti sono preparati con passione ed impegno», ha detto Paolo Caldana, presidente della FIC, «HOST è una rassegna qualificata alla
quale partecipiamo con piacere presentando una serie di iniziative articolate nell’arco dei cinque giorni che, sono certo, susciteranno l’interesse e l’apprezzamento degli operatori».

Tra gli altri, per la riuscita dell”uscita” meneghina, si stanno adoperando i responsabili della FIC-Promotion, nuovo ramo della Federazione, che si occupa della visibilità e del buon
posizionamento della stessa e che verrà presentato ufficialmente proprio ad HOST. In particolare, sono al lavoro Fabio Tacchella, team manager della NIC-Nazionale Italiana Cuochi, e
Stefano Marinucci, ideatore del concept salutistico, che distinguerà l’Associazione alla manifestazione a FieraMilano.

Nello spazio dedicato, al Padiglione 14, i professionisti del cibo, affiancati da medici e nutrizionisti, si confronteranno sul binomio cibo-salute, per promuovere la dieta equilibrata e sana e
sensibilizzare il pubblico a un consumo alimentare consapevole. Incontri, dibattiti, talkshow e dimostrazioni culinarie mirate, curati dalla Federazione, serviranno a spiegare le valenze
benefiche degli alimenti della tradizione, tipici e della Dieta Mediterranea, che possono contrastare gli effetti nocivi di uno stile di vita scorretto e dei cibi “spazzatura”, fattori
d’insorgenza delle moderne e diffuse malattie degenerative e croniche, tra cui diabete e cardiopatie.

La prevenzione a tavola è nelle mani di chi cucina, afferma la FIC: un cuoco esperto deve rispettare le proprietà degli ingredienti, che vanno trattati e conservati con metodi
adeguati. A tale proposito, gli specialisti della Federazione forniranno, nelle cinque cucine predisposte in Fiera, esempi di piatti, creazioni culinarie, gelati e alta pasticceria ineccepibili
dal punto di vista nutrizionale e gastronomico. Non solo: a Milano, gli chef faranno conoscere attrezzi da cucina e strumenti di cottura rivoluzionari, che, in modo delicato, permettono
preparazioni squisite ma light, a temperature moderate e nell’igiene più assoluta.

HOST si tingerà anche di “rosa” grazie alle Lady Chef, rappresentanti femminili della FIC, che apporteranno un loro particolare contributo alla
“Cucina nel futuro”, con un occhio di riguardo per l’alimentazione dei bambini. Le partecipanti, in arrivo da tutta l’Italia e capitanate da Gabriella Bugari e Antonietta Miracolo, hanno in
serbo sorprese per i visitatori che verranno condotti dalle signore dei fornelli in un viaggio dei sapori dei territori italiani, a ritroso nel tempo e negli anni a venire, attraverso tappe
ispirate alle ricette di ieri, rivisitate con un format contemporaneo. A firma delle donne in cucina, il concorso gastronomico “Un piatto in equilibrio tra
futuro e tradizione”
, riservato a Lady Chef italiane e straniere che dovranno eseguire una ricetta, espressione della tradizione, anche in versione moderna.

Sempre al Salone Internazionale dell’Ospitalità Professionale, la Federazione Italiana Cuochi indice, per il 25 ottobre, la rassegna-concorso “Coppa
delle Regioni – Pane e Vino”
, istituita dall’Unione Regionale Lombardia e destinata a tutte le Unioni Regionali Italiane dell’Associazione. Gli sfidanti dovranno sviluppare, in un piatto
unico, il tema “Cucine d’Italia, tra il pane e il vino“, con i due pilastri dell’alimentazione tricolore, così da poter offrire una panoramica
culinaria completa del Paese.

Per la valutazione, la giuria si atterrà ai parametri della World Association Chefs Society (Società Mondiale dei Cuochi, di cui, unica in Italia, fa parte la FIC) all’insegna
della quale, il 23-24 ottobre, a HOST, si terrà la selezione italiana per Junior e Senior “Global Chef”. Per la prestigiosa competizione internazionale della WACS, verranno scelti i
candidati che concorreranno alle semifinali a Lubiana, in Slovenia, e poi, si spera, alle finali a Daejeon, in Corea del Sud, nel maggio 2012.

Intanto, nei giorni scorsi, alcune giovani promesse della Federazione (Marinella Sufali, Marco Campaner e Francesca Narcisi), che scenderanno in gara ad Host, si sono “rodate”, insieme ai
colleghi Giulia Candeo e Alex De Anna, al “5° Big Cooking Contest” a Innsbruck, in Austria. «In questa occasione, i ragazzi hanno avuto la
possibilità di fare esperienza e di imparare, anche dagli errori», spiega Giorgio Nardelli, rettore dell’Ordine Professionale Maestri di Cucina, che li ha accompagnati.

Ma gli junior della Fic si fanno onore anche alla ribalta televisiva. In video, all’outsider Alessandro Circiello, coordinatore del Compartimento Giovani della Federazione, ormai di casa a Rai
2, si sono aggiunti di recente altri chef suoi coetanei che, con esponenti dell’esecutivo FIC, sono coinvolti nella trasmissione di Rai 3 “Geo & Geo”, condotta da Sveva Sagramola e in onda,
in diretta, il lunedì pomeriggio, alle ore 17, 30.

Nello specifico, i cuochi più giovani interverranno nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì, alle ore 15,50, nello spazio “Cose
dell’altro Geo”
, presentato da Massimiliano Ossini. Il primo del ciclo televisivo è stato Pietro Roberto Montone che, con successo di ascolti, ha illustrato la ricetta originale
del ragù di Eduardo De Filippo, preceduta dalla declamazione della poesia “O Raù” di Eduardo da parte del figlio Luca.

«L’intento della Federazione Italiana Cuochi», dichiara lo chef e giornalista, «è quello di trasmettere al grande pubblico alcune delle ricette più significative
della nostra tradizione, rivisitate in chiave moderna e soprattutto legate a filo doppio con la letteratura, con la filmografia e con la musica. Insomma, il messaggio che vogliamo lanciare
è che la cucina italiana è anche cultura e non solo semplice esecuzione di una ricetta. Dietro agli ingredienti, ai titoli, c’è una storia, spesso molto importante per la
nostra nazione».

La serietà e l’impegno della FIC sono andati in scena anche all’ultimo Sana-Salone Internazionale del Naturale, a Bologna, durante il convegno
“Il Bio fuori-casa”. All’acceso dibattito sul complesso regolamento europeo in materia, gli incaricati della Federazione hanno ribadito la
centralità della figura del cuoco che, come utilizzatore finale dei prodotti “senza chimica”, andrebbe interpellato per rendere più semplice la messa in pratica della ristorazione
biologica: «Per i legislatori, può essere utile il confronto con l’Associazione che rappresenta 20.000 chef del Paese», ha affermato Ivanna Barbieri, vicepresidente Area
Centro della Federazione Italiana Cuochi, «Poiché ogni giorno somministriamo a molte persone sostanze che influiscono sull’organismo, non siamo una categoria irresponsabile
bensì attenta e scrupolosa nei controlli. Perciò proponiamo che la FIC venga invitata al tavolo delle decisioni, in modo da evitare applicazioni della norma poco trasparenti,
causa di confusione per il consumatore, come quelle dell’uso di un singolo ingrediente biologico insieme ai prodotti convenzionali».

Nel futuro imminente, per proseguire nel percorso delineato, la Federazione Italiana Cuochi porterà il suo sapere, i suoi sapori e la sua solidità a Rimini Fiera, dove gli chef
sono attesi per tre manifestazioni di rilievo nel mondo della ristorazione: – SIA-Guest-Salone Internazionale dell’Accoglienza, dal 26 al 29 novembre; – Sigep-Salone Internazionale Gelateria,
Pasticceria e Panificazione Artigianale, dal 21 al 25 gennaio 2012; – Sapore-Tasting Experience, dal 25 al 28 febbraio 2012.

Naturalmente, in Federazione i preparativi, per poter esprimere nei prossimi appuntamenti concetti e formule culinarie a marchio FIC, sono già iniziati e preannunciano altre interessanti
novità…

sito www.fic.it
email [email protected] [email protected]

www.facebook.it/federazioneitalianacuochi

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento