Milano, 8 maggio 2007 –  L’Ambasciata d’Italia a Pechino ha comunicato al Ministero della Salute di aver avuto conferma ufficiale della definitiva
autorizzazione concessa ai primi 36 impianti italiani per l’export dei Prosciutti crudi di Parma e San Daniele.
Tale autorizzazione si è verificata a seguito della definitiva approvazione del competente Ente cinese (Cnca) della lettera di garanzia di conformità degli stabilimenti italiani
ai parametri sanitari, fornita dal Ministero italiano della Salute.

Un traguardo storico: per la prima volta si è verificata l’applicazione formale, da parte cinese, del principio del mutuo riconoscimento, a conferma del clima di reciproca fiducia
tra le autorità cinesi ed italiane. Tale importante risultato è in grado di agevolare le trattative in corso per i prodotti di salumeria cotti.

Viva soddisfazione da parte di Francesco Pizzagalli, Presidente ASS.I.CA. che dichiara: “Con l’espletamento di tutti gli ultimi adempimenti burocratici, si apre finalmente per i
nostri Prosciutti crudi di Parma e di San Daniele, la stagione dell’export verso uno dei mercati più interessanti dell’Asia e pieno di prospettive di sviluppo per il nostro
settore
. Nel sottolineare la nostra azione di  coordinamento e propulsione nel corso degli ultimi 4 anni, (non da ultimo il ruolo svolto nell’accompagnare l’ultima
missione ispettiva delle autorità cinesi  in Italia) vogliamo ringraziare per il lavoro svolto il Governo e le autorità competenti, senza le quali non sarebbe stato possibile
questo risultato. Da ultimo voglio sottolineare che il successo ottenuto corona una strategia associativa che ha permesso, collaborando intensamente con i Consorzi di Parma e San Daniele, di
far interagire le diverse componenti istituzionali per l’ottenimento di un obiettivo di primaria valenza  strategica per lo sviluppo futuro del nostro settore.”

Il ringraziamento dell’ASS.I.CA. va al Ministero della Salute che, tramite il Dipartimento della Sanità Pubblica Veterinaria, la Nutrizione e la Sicurezza Alimentare,
diretto dal Prof. Romano Marabelli, ha manifestato un continuo impegno e per ben due volte si è appositamente recato a Pechino per le specifiche negoziazioni con le
autorità sanitarie cinesi. Rilevante è stato, naturalmente, il ruolo del Ministero degli Esteri e l’attività svolta dall’Ambasciatore e dai funzionari
dell’Ambasciata italiana in Cina
.
Un ringraziamento più generale va a tutti membri del Governo, al Presidente del Consiglio, al Ministero del Commercio Internazionale e, in particolare, al Ministero delle
Politiche Agricole.

Prossimo obiettivo è quello delle esportazioni di prodotti a base di carne suina cotta (Mortadella, Prosciutto cotto, e Cotechino). Il successo ottenuto per i prosciutti
crudi è in grado di agevolare i prodotti cotti per i quali il 2007, anno del Maiale d’Oro secondo l’Oroscopo Cinese, potrebbe essere foriero di un nuovo importante
traguardo.

ASS.I.CA. – Associazione Industriali delle Carni
L’ASS.I.CA., Associazione Industriali delle Carni, è l’organizzazione nazionale di categoria che, nell’ambito della Confindustria, rappresenta le imprese di
macellazione e trasformazione delle carni suine. Nel quadro delle proprie finalità istituzionali, l’attività dell’ASS.I.CA. copre diversi ambiti, tra cui la
definizione di una politica economica settoriale, l’informazione e il servizio di assistenza ai 209 associati in campo economico/commerciale, sanitario, tecnico normativo, legale e
sindacale. Competenza, attitudine collaborativa e affidabilità professionale sono garantite dalla partecipazione a diverse organizzazioni associative, sia a livello nazionale che
comunitario. Infatti sin dalla sua costituzione, nel 1946, l’ASS.I.CA. si è sempre contraddistinta per il forte spirito associativo come testimonia la sua qualità di socio
di Confindustria, a cui ha voluto aderire sin dalla nascita, di Federalimentare, Federazione italiana delle Industrie Alimentari, di cui è socio fondatore, del Clitravi, Federazione
europea che raggruppa le Associazioni nazionali delle industrie di trasformazione della carne, che ha contribuito a fondare nel 1957
.