Cipolla

Cipolla

Pianta erbacea bulbosa perenne, probabilmente originaria della Persia, è coltivata in tutto il mondo in molteplici varietà che si differenziano per colore e forma del bulbo.
Le foglie, acutiformi e odorose, nascono dal bulbo sferoidale; i fiori, a ombrella, sono bianco-verdastri e nascono in estate.
Della pianta, molto adottata in alimentazione, fitoterapia e omeopatia, si utilizzano generalmente il bulbo e il succo. La raccolta del bulbo avviene, secondo le varietà, da maggio ad
agosto, prima della fioritura.
Moltissime sono le proprietà benefiche di questa pianta,
impiegata come rimedio antibatterico, diuretico, antispasmodico, coleretico, vasodilatatore.
La cipolla, molto conosciuta nell’antichità, era tra i cibi preferiti dagli antichi egizi che la consideravano una divinità; i greci e i romani utilizzavano le sue
proprietà curative contro la tosse e Plinio il Vecchio ne descrisse dettagliatamente varietà ed usi.

In cucina
La cipolla si può consumare cruda o cotta; elemento essenziale nei soffritti per insaporire carni, minestre e sughi, è ottima anche cruda nelle insalate, sotto aceto e in
salamoia. Le cipolle bollite o glassate si possono servire come contorno e sono inoltre elementi fondamentali in alcuni piatti della tradizione veneziana (fegato alla veneziana).

Consigli della nonna e curiosità
Molto frequente è l’uso della cipolla come rimedio naturale per svariati malesseri: per uso esterno è efficace nei casi di escoriazioni della pelle, di foruncolosi e per
stimolare la crescita dei capelli.

a cura di Rosa Velliscig e Lorenzo Totò

Related Posts
Leave a reply