Varato dal Consiglio dei Ministri un Decreto Legislativo sulla libertà di circolazione e soggiorno, il provvedimento modifica la disciplina che recepisce le norme comunitarie sul diritto
dei cittadini dell’Unione Europea di circolare e soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri.

Tra le disposizioni modificate vi sono la dichiarazione di presenza sul territorio nazionale, la necessità che le fonti di reddito siano dimostrabili, la cancellazione anagrafica in caso
di allontanamento per motivi di sicurezza e l’obbligo di consegna di un attestato di ottemperanza all’ingiunzione di lasciare il territorio nazionale.

Le modifiche contenute nel decreto sono state ritenute necessarie per adeguare l’attuale normativa sugli allontanamenti di cittadini comunitari in caso di comportamenti gravi e per motivi
imperativi di pubblica sicurezza, questa nuova normativa assicura infatti la celerità e l’effettività dei provvedimenti di allontanamento.