Claudio Tamburini: al Mojito Beach di Riccione il libro di Gary Regan “Gin Compendium

Claudio Tamburini: al Mojito Beach di Riccione il libro di Gary Regan “Gin Compendium

MARANOLAB, al Mojito Beach di Riccione il libro di Gary Regan “Gin Compendium e tanta allegria.

 Dalla Germania al Marano, stessa spiaggia e stesso mare da 50 anni

marano lab il gin compendiumI segreti, le storie e leggende del Gin. Le sue tipologie e come preparare un grande cocktail con il re degli spiriti. Il suo racconto nel cinema e nella letteratura. Tutto nelle 300 pagine “Il Gin Compendium”, libro dell’icona dei bartender internazionali Gary “Gaz” Regan. Lo presenta al Mojito Beach il bar manager romano Frank Pistolesi

Riccione, 25 luglio 2016 –  Libri, letteratura e cultura. Anche quella del buon bere. Con la collaborazione di PBSACADEMY di Federico Ascani, MARANOLAB porta sotto gli ombrelloni del “Mojito Beach” di Riccione (martedì 26 luglio – ore 11.30) la presentazione del libro di Gary Regan, “Gin Compendium”, in libreria per i tipi Rear Drink” (pag.380, 20 euro).
Mojito Beach
Singapore SlingA illustrare i contenuti del volume il bar manager romano Patrick Pistolesi durante un incontro dedicato a barman e appassionati della cultura del bere. In 380 pagine Reagan racconta tutto ciò che si può sapere riguardo il gin. Parlano storici, bartender, distillatori. Un viaggio che parte in Italia attorno all’anno mille con i cerusici della “Scuola di Salerno” e alla corte di Enrico IV in Francia, quando dalle bacche di ginepro si estraevano una medicina e un vino di ginepro. Un lungo viaggio alla scoperta delle tantissime e diverse tipologie di questo distillato. Arrivano da UK, Olanda, Usa e oggi anche dall’Italia. Ognuno nasce da differenti botaniche e da modi di distillazione diversi.

Senza il Gin non avremo i grandi cocktail internazionali: Singapore Sling, Tom Collins, Rickey, Martini, Gimlet, Gibson. Ma “Gin Compendium” non è solo una guida tecnica a ricette e miscelazioni è un incontro con un distillato che la fa da padrone in romanzi e grandi film. Raymond Chandler fa bere a Philip Marlowe e Terry Lennox, protagonisti di “Il Lungo Addio”, Gimlet. Ovvero, Gin, cordial di succo di limone e lime. Non possiamo pensare a un Martini Cocktail senza ricordare Ernest Hemingway e le sue serata al bar dell’Hotel Ritz di Parigi. In Casablanca il locale di Humphrey Bogart, il “Rick’s Café Américain” è definito “uno dei tanti ritrovi di gin del mondo”.

“MARANOLAB cerca di offrire un nuovo e diverso modo di vivere la nostra spieggia e i locali del nostro territorio. Bere significa farlo con responsabilità, conoscendo la cultura e la storia che sta dietro a una bevanda – spiega Claudio Tamburini del “Mojito Beach” – questa settimana alla “Petite Cave”, il nostro american bar, offriremo i cocktail decritti e preparati da Pistolesi durante la presentazione. Dai più semplici come il Gin Fizz al vero re dei long drink, il Singapore Sling”.

Un cocktail che si è guadagnato un posto di rilievo nell’immaginario collettivo. Nasce nel 1915 a Singapore, nelle sale dell’Hotel coloniale per eccellenza, il “Raffles”. Era la bevanda preferita di Somerset Maugham e Rudyard Kipling e lo ordinavano sempre durante i loro soggiorni in Malesia anche Charlie Chaplin e Ginger Rogers.

Da Wikipedia:

Il gin è un distillato forte, chiaro, tipicamente incolore prodotto dalla distillazione di un fermentato ottenuto da frumento ed orzo in cui viene messa a macerare una miscela di erbe, spezie, piante e radici: i botanicals. Tra queste sono presenti bacche di ginepro che caratterizzano il profumo e il gusto. Il nome del distillato deriva dal nome delle piante di ginepro che producono le bacche.

Il gin trova ampio uso nella preparazione di cocktail mentre è raro il suo consumo liscio. Distillato tipico inglese e soprattutto londinese.

Il gin distillato è ottenuto dalla ridistillazione di alcol etilico che sia stato aromatizzato con bacche di ginepro. Una delle legislazioni più precise in argomento è quella svizzera.

Cocktail a base di Gin

  • Gin and french – cocktail a base di gin e vermuth dry
  • Gin Fizz – long drink a base di gin, succo di limone, simple syrup e soda
  • Gin lemon – long drink a base di gin e limonata
  • Gin ski – cocktail a base di gin e succo di limone
  • Gin sour – cocktail a base di gin, succo di limone e simple syrup
  • Gin tonic – long drink a base di gin e acqua tonica
  • Cocktail albatros – cocktail a base di gin e cointreau
  • Martini Cocktail – cocktail a base di gin e vermuth
  • Gin Campari – cocktail a base di Campari e Gin (2 parti di Campari Bitter, 1 parte di Gin, ghiaccio tritato. Shakerare e aggiungere una fetta di arancia)
  • Negroni – gin, campari e vermuth rosso
  • Angelo azzurro – cocktail a base di gin, triple sec o cointreau e blue curaçao

Redazione Newsfood.com

 

Leggi Anche
Scrivi un commento