La giunta nazionale della Coldiretti ha predisposto il documento per la prossima legislatura che sarà oggetto di confronto con gli schieramenti politici a livello nazionale e locale,
nelle seimila sedi territoriali che fanno capo alla più grande organizzazione agricola italiana ed europea con oltre 1,5 milioni di associati e il 69 per cento delle imprese agricole
iscritte alle camere di commercio che fanno riferimento ad associazioni di categoria.

Il presidente nazionale della Coldiretti Sergio Marini ha sottolineato che il documento della Coldiretti si articola in quattro capitoli che mettono al centro le principali aspettative della
società italiana nei confronti delle imprese agricole:
? Rafforzare le imprese agricole anche nella loro capacità produttiva e ridurre i costi dei troppi passaggi dal campo alla tavola per garantire un cibo al giusto prezzo per tutti;
? Qualità, identità, sicurezza e salute: più cibo italiano in tavola;
? Un territorio più pulito e più bello è anche più competitivo;
? Una rinnovata coesione sociale: più servizi sul territorio.

Il documento – ha concluso Marini – sarà il punto di riferimento per valutare gli impegni e i programmi dei candidati alle prossime elezioni politiche.