Come funziona il concorso pubblico

Per accedere al settore pubblico è necessario superare il concorso indetto dall’ente o amministrazione che necessita di personale, in primo luogo, dunque, bisogna leggere attentamente il
bando di concorso (reperibile sulla Gazzetta Ufficiale) per verificare il possesso dei requisiti richiesti e per conoscere le modalità di svolgimento e le eventuali prove previste.

I concorsi, infatti, si articolano in due tipologie: concorsi per titoli e per esami.
I primi si basano sull’analisi del curriculum vitae dei candidati e non prevedono il superamento di alcuna prova: in questo caso, dunque, il candidato ottiene un punteggio a seconda del titolo
di studi conseguito e delle precedenti esperienze professionali.
I concorsi per esami, invece, prevedono che i candidati debbano superare alcune prove, che di norma si articolano in due scritti ed un orale, cui si aggiunge spesso un test per verificare le
competenze informatiche di base (soprattutto nel caso di occupazioni che prevedano mansioni tecniche).
E’ frequente, inoltre, che i candidati debbano superare una preselezione, che consente all’amministrazione di effettuare una prima scrematura nei casi in cui il numero di aspiranti lavoratori
superi di gran lunga il numero di posti disponibili.
I concorsi, inoltre, sono suddivisi in diverse tipologie: i concorsi unici, in particolare, sono banditi dal Ministero per la Funzione Pubblica e prevedono l’assegnazione di un punteggio in
graduatoria senza la specifica definizione dell’ente di destinazione.
I candidati, in questo caso, conoscono solo le mansioni che dovranno ricoprire se supereranno la prova, ma non sanno quale ente o amministrazione abbia bandito il concorso.
Chi supera il concorso unico, inoltre, rimane in graduatoria per un massimo di 18 mesi (che diventano 3 anni se il banditore del concorso è un ente locale), dopo i quali è
necessario ripartecipare al concorso.
Nel caso in cui un ente specifico abbia bisogno di una determinata figura professionale, invece, viene indetto un concorso mirato, mentre se un candidato supera un corso concorso, viene ammesso
ad un corso di formazione che precede l’assunzione definitiva.


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/giusep26/public_html/newsfood.com/wp-content/themes/logger/single.php on line 540
Leggi Anche
Scrivi un commento