Compasso d’Oro 2014: Premiate due aziende associate Assofoodtec

Compasso d’Oro 2014: Premiate due aziende associate Assofoodtec

In occasione della cerimonia di premiazione del Compasso d’Oro 2014, sono arrivati importanti riconoscimenti per le aziende italiane attive nel settore della tecnologia per il food, rappresentate da Assofoodtec. Facem Tre Spade e IFI le aziende che hanno ottenuto questo prestigioso riconoscimento, promosso dall’ADI (Associazione per il Disegno Industriale).

Tra i prodotti premiati nell’edizione 2014 Takaje Vacuum Seal di Facem Tre Spade, una innovativa valvola in gomma e carbonio – progettata in collaborazione con lo studio Adriano Design – che è in grado di trasformare qualunque recipiente di vetro in un perfetto contenitore per il sottovuoto. “Con questo prodotto – dichiara Marco Ferlito, Direttore Generale di Facem Tre Spade –  abbiamo colto un bisogno del mercato ed abbiamo deciso di raccogliere la sfida di creare qualcosa di nuovo ed innovativo. Il design funzionale ha rappresentato il motore che ci ha spinti a rispondere alla crisi, nel solco di un percorso che abbiamo intrapreso prima di Takaje e che prosegue ancora oggi con gli altri nostri progetti. Ricevere un riconoscimento di tale prestigio, come il Premio Compasso d’Oro ADI, proprio nell’anno in cui celebriamo il nostro 120° anniversario, ci inorgoglisce e ci spinge a continuare su questa strada”.

Takaje Vacuum Seal di Facem Tre Spade

Takaje Vacuum Seal di Facem Tre Spade

Storica premiazione anche per la IFI di Pesaro, che ha ricevuto – primo caso nella storia del Compasso d’Oro – il massimo riconoscimento con una vetrina per il gelato artigianale. Il progetto premiato è quello del tavolo-bacheca Bellevue con Tecnologia Panorama, disegnato da Marc Sadler, che unisce in un solo prodotto la perfetta conservazione dei pozzetti e la visibilità dei gusti. Ha così commentato il premio il Presidente di IFI Gianfranco Tonti: “Ricevere il massimo riconoscimento nel campo del design è una grande soddisfazione per noi e per il Gelato Artigianale, e una testimonianza per le aziende che, con passione e sacrificio, intendono continuare a operare e a dare lavoro in Italia. Un’occasione per rilanciare il messaggio che guardare al domani significa veicolare nuovi linguaggi, nuove idee, nuovi percorsi”.

Questi prestigiosi riconoscimenti sono una testimonianza tangibile dell’attenzione al design e alla qualità dei prodotti tipica delle aziende del Made in Italy. Ha così commentato la premiazione il Presidente di Assofoodtec Nicola Marzaro: “La cultura dell’innovazione continua e la capacità di creare prodotti non solo funzionali ma anche curati esteticamente: questi gli elementi che hanno contribuito al successo delle nostre aziende nel mondo. Nella loro visione imprenditoriale, le aziende associate Assofoodtec hanno sempre assegnanto un’importanza di primo piano al design e – grazie anche a questo elemento – sono state in grado di creare dei prodotti che sono entrati di diritto tra le icone del nostro tempo”.

ASSOFOODTEC – Associazione italiana costruttori macchine, impianti, attrezzature per la produzione, la lavorazione e la conservazione alimentare – Assofoodtec, che si compone di sei realtà associative di grande e consolidata rappresentatività settoriale, si propone agli operatori internazionali come l’interlocutore più qualificato per conoscere quanto di meglio possa offrire l’industria italiana nel campo delle macchine, impianti e attrezzature per la produzione, la lavorazione e la conservazione. Si tratta di aziende che operano nei seguenti comparti produttivi: macchine per l’industria molitoria, per la produzione di pane e prodotti da forno, pasta ed estrusi alimentari, industria dolciaria, industria olearia, ecc.; macchine per caffè espresso e attrezzature per bar; affettatrici tritacarne e altre attrezzature per l’industria della ristorazione e alberghiera; attrezzature per la refrigerazione industriale e commerciale; macchine per la lavorazione delle carni; macchine arredamenti attrezzature per gelato.

Assofoodtec si pone in rappresentanza di un settore che realizza un fatturato di circa 5,5 miliardi di euro con un export che attestandosi mediamente sul 74% della produzione, con nicchie di mercato che raggiungono il 90%, colloca l’Italia al primo posto nel mondo.

Principali aree di destinazione delle esportazioni sono paesi UE (62,9 %), Asia (14,5%), Africa (8,3%), America del Nord (5,5 %), America del Centro Sud (7 %) Australia (1,8 %).

Redazione Newsfood.com

Related Posts
Leave a reply