Confagricoltura: l’agricoltura continua a proprie spese a raffreddare l’inflazione

Confagricoltura: l’agricoltura continua a proprie spese a raffreddare l’inflazione

I prezzi al consumo dei beni alimentari sono rimasti invariati a dicembre rispetto a novembre; nello specifico, si è avuto un lieve incremento su base congiunturale dei prodotti
trasformati (0,1%) ed una diminuzione di quelli allo stato fresco (-0,1%). Nel corso dell’anno 2009 i prezzi dei prodotti alimentari sono aumentati dello 0,4% (a fronte di un’inflazione
cresciuta però dell’1%). Lo sottolinea Confagricoltura, analizzando i dati sull’inflazione diffusi oggi dall’Istat.

Confagricoltura evidenzia come siano in calo i prezzi al consumo della frutta fresca (diminuiti dell’1% a dicembre e dell’1,8% nell’anno) e di olio e grassi (-0,1% la variazione congiunturale e
di -1,3% quella tendenziale); invariato il prezzo di pane e cereali a dicembre (0,1% sia come variazione nei dodici mesi); cresciuto, a dicembre su novembre, il prezzo di latte, formaggi e uova
(0,1%), che nel corso dell’anno è sceso dello 0,5%.

“Nel complesso il settore agricolo – commenta Confagricoltura – continua a dare, a proprie spese, un significativo contributo a raffreddare l’inflazione. Le quotazioni all’origine, ad esempio,
nel settore cerealicolo, a dicembre, (fonte Ismea) hanno registrato un calo delle quotazioni dell’1,6% per il grano duro e del 3,5% per quello tenero”.

Related Posts
Leave a reply