Con messaggio n. 1888 del 19 gennaio 2007 l’Inps ha fornito chiarimenti in materia di conguaglio per le auto aziendali in uso promiscuo.
>L’art. 7, comma 25, del D.L. n.. 262/2006 ha modificato la precedente normativa in materia, stabilendo che l’importo corrispondente alla percorrenza media annua di 15.000 chilometri
concorre per il 50% (anziché per il 30%) alla determinazione del reddito da lavoro dipendente.
La circolare Inps n. 153 del 22 dicembre 2006 aveva stabilito che non dovessero essere effettuate operazioni di conguaglio relative al 2006, ma alcune aziende hanno effettuato il pagamento dei
contributi relativi al valore dell’auto aziendale con importi superiori al dovuto.
Pertanto le aziende potranno effettuare una dichiarazione di conguaglio con la denuncia di febbraio 2007, portando in detrazione dalla retribuzione imponibile del mese stesso, il maggior
importo assoggettato a contribuzione relativo al valore dell’auto aziendale.

Messaggio Inps 19 gennaio 2007, n. 1888
Scarica il documento completo in formato .Pdf