“La preoccupazione che condividiamo con le associazioni ambientaliste per il destino del tonno rosso, è per noi centrale nella definizione delle politiche della pesca a livello
europeo. L’Italia ha voluto regole severe per allontanare il rischio di un fatale impoverimento dello stock”. Lo ha detto il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali
on. Paolo De Castro a conclusione del Consiglio UE svoltosi a Bruxelles. “I ritardi in sede europea – ha spiegato il Ministro – ci hanno portato a scegliere una strada che,
nell’ottica di attenzione alla specie, nel contempo tenesse presente anche una realistica e accettabile dinamica applicativa dei provvedimenti. Come richiesto dall’Italia e dalla Francia,
il Consiglio ha dunque stabilito di approvare nella prossima seduta dell’11 giugno la decisione sul piano di recupero dello stock di tonno rosso. Di conseguenza – ha aggiunto De Castro -,
come auspicato anche dalle organizzazioni professionali, la stagione di pesca in corso potrà concludersi per l’ultima volta senza di fatto cambiamenti delle misure tecniche che
regolano l’attività delle imbarcazioni”.

” La critica situazione dello stock di tonno rosso – ha continuato il Ministro – impone il varo di provvedimenti incisivi ed a lungo termine con la riduzione dello sforzo di pesca, estesa a
tutte le flotte interessate, ed un’azione di forte contrasto della pesca illegale. E’ altrettanto chiara però – ha concluso De Castro – l’inapplicabilità di un
cambio di regole nel pieno svolgimento della stagione di pesca, iniziata a febbraio”.

www.politicheagricole.gov.it