Consultazioni al Quirinale, AN chiede elezioni subito

«Abbiamo chiesto al presidente della Repubblica di prendere atto della necessità di interrompere la legislatura, di sciogliere le Camere e di ridare la parola agli elettori»
questa la posizione di An espressa da Gianfranco Fini, a chiusura della seconda giornata di consultazioni al Quirinale.

«L’Italia – ha detto Fini – ha bisogno di un governo che abbia una maggioranza politica e che affronti i temi come quelli della sicurezza, dei salari e del rilancio delle piccole e medie
imprese. E oggi non c’è alcuna condizioni perché nasca un governo così». Secondo il leader di An non ha senso un governo per la legge elettorale perché in 24
mesi di legislatura si sono registrate solo divisioni.

Opposta la posizione di Rifondazione Comunista, che con Giordano, si è espressa a favore di un governo di transizione: «Abbiamo sollecitato un governo a termine di scopo per
sbloccare la legge elettorale sulla base della bozza bianco in grado di contrastare ogni trasformismo». Giordano, con riferimento a Berlusconi, ha denunciato poi «inquietanti
intimidazioni» per condizionare le decisioni del Capo dello Stato.

Leggi Anche
Scrivi un commento