Consumi: «gli immigrati a tavola preferiscono il Made in Italy»

Il fatto che acquistare alimenti di provenienza italiana è importante per il 31 degli stranieri mentre solo l’ 8,5 per cento indica come prioritario il prodotto del proprio Paese
è la dimostrazione di un elevato livello di integrazione raggiunto dai quasi tre milioni di immigrati presenti in Italia secondo l’Istat.

E’ quanto afferma la Coldiretti sulla base dell’indagine Nomisma-Demetra 2007 sugli acquisti alimentari, dalla quale emerge tuttavia che al momento dell’acquisto gli immigrati dichiarano di
prestare maggiore attenzione al prezzo (51 per cento) e alla marca del prodotto (40 per cento) rispetto agli italiani.

Nella scelta del luogo di acquisto emerge – conclude la Coldiretti – un buon grado di integrazione anche se ben il 20 per cento di immigrati dichiara di acquistare prodotti alimentari presso
negozi gestiti da stranieri.

Related Posts
Leave a reply