D: Per le esibizioni musicali dal vivo quali sono le agevolazioni esistenti?

R: Tali agevolazioni esistono dal 1° dicembre 2007 a certe condizioni: le esibizioni musicali dal vivo in spettacoli o manifestazioni di intrattenimento o in celebrazioni di tradizioni
popolari e folkloristiche sono esenti dalla contribuzione ENPALS se sono eseguite da giovani fino a 18 anni o studenti di scuola media superiore o iscritti ai corsi di laurea triennale e
quinquennale, fino ai 25 anni di età o da pensionati sopra i 65 anni di età.

Per quanto attiene ai lavoratori che versano già i contributi in altre forme di previdenza obbligatoria (ad es. INPS) l’agevolazione è dettata dalla legge n. 222/2007, per la
quale l’agevolazione ha anche un limite oggettivo: la retribuzione annua lorda degli interessati deve restare entro i 5.000 euro annui e qualora fosse superiore, sulle quote eccedenti scatta di
nuovo l’obbligazione contributiva ENPALS.

Anche i primi 5.000 euro, comunque, sono esenti solo per quanto riguarda il contributo IVS ENPALS, restando soggetti a tutti gli altri contributi quali INAIL e assicurazioni minori INPS.
Chi resta nei limiti della esenzione ovviamente non deve neanche iscriversi all’ENPALS, non deve quindi chiedere il certificato di agibilità e non deve presentare alcuna denuncia dei
lavoratori occupati.