Contributi Inpdap sui premi di produzione dei dipendenti pubblici

D: i premi di produzione corrisposti nel pubblico impiego pagano i contributi previdenziali? A quanto ammontano? Quale aliquota va applicata all’atto del pagamento del premio?

R: Il premio di produzione rientra nella cosiddetta retribuzione accessoria variabile e il pagamento del compenso va fatto entro l’anno successivo a quello di riferimento.
Con Nota operativa del 22 febbraio 2008, n. 3 sull’argomento l’INPDAP si è pronunciata nel senso che anche i premi di produzione corrisposti ai dipendenti pubblici sono assoggettati ai
contributi previdenziali che sono pari al 32,65% per gli enti iscritti alle vecchie casse degli ex Istituti di previdenza, come Enti locali, ospedali, sanità, ecc., ed al 33% per le
amministrazioni statali.

Quanto all’aliquota che deve essere applicata all’atto del pagamento del premio, per i premi legati alla effettiva presenza in servizio del dipendente, all’attività di produzione, al
livello retributivo del soggetto, vale il criterio di cassa, per cui il premio è soggetto all’aliquota contributiva vigente nel momento in cui c’è il pagamento. Questo criterio
vale anche per i premi di produttività previsti dai contratti collettivi di secondo livello; invece per i premi che vengono invece pagati indipendentemente dalla presenza del dipendente
in servizio e sono svincolati da una effettiva attività produttiva, vige il criterio di competenza, per cui si applica l’aliquota vigente al momento in cui è maturato il premio
(l’anno precedente) e non quella dell’anno di materiale pagamento.

Contributi Inpdap sui premi di produzione dei dipendenti pubblici

D: i premi di produzione corrisposti nel pubblico impiego pagano i contributi previdenziali? A quanto ammontano? Quale aliquota va applicata all’atto del pagamento del premio?

R: Il premio di produzione rientra nella cosiddetta retribuzione accessoria variabile e il pagamento del compenso va fatto entro l’anno successivo a quello di riferimento.
Con Nota operativa del 22 febbraio 2008, n. 3 sull’argomento l’INPDAP si è pronunciata nel senso che anche i premi di produzione corrisposti ai dipendenti pubblici sono assoggettati ai
contributi previdenziali che sono pari al 32,65% per gli enti iscritti alle vecchie casse degli ex Istituti di previdenza, come Enti locali, ospedali, sanità, ecc., ed al 33% per le
amministrazioni statali.

Quanto all’aliquota che deve essere applicata all’atto del pagamento del premio, per i premi legati alla effettiva presenza in servizio del dipendente, all’attività di produzione, al
livello retributivo del soggetto, vale il criterio di cassa, per cui il premio è soggetto all’aliquota contributiva vigente nel momento in cui c’è il pagamento. Questo criterio
vale anche per i premi di produttività previsti dai contratti collettivi di secondo livello; invece per i premi che vengono invece pagati indipendentemente dalla presenza del dipendente
in servizio e sono svincolati da una effettiva attività produttiva, vige il criterio di competenza, per cui si applica l’aliquota vigente al momento in cui è maturato il premio
(l’anno precedente) e non quella dell’anno di materiale pagamento.

Related Posts
Leave a reply