Con circolare n. 22 del 23 gennaio 2007, l’Inps ha reso note alcune novità che dipendono dalle disposizioni presenti all’interno della legge 296 del 17 dicembre 2006.
Tali misure riguardano i contributi per l’apprendistato e le assunzioni agevolate e l’inserimento nelle liste di mobilità dei lavoratori licenziati per giusta causa.
In particolare è stato stabilito che la nuova aliquota contributiva per l’apprendistato artigiano e non dal 1 gennaio 2007 è ricalcolata nel 10% della retribuzione imponibile ai
fini previdenziali sia per i rapporti precedentemente instaurati, sia per quelli che saranno stipulati. Fanno eccezione i datori di lavoro che impiegano meno di 9 dipendenti: per loro
l’aliquota contributiva è fissata nella misura dell’8,5% per il primo anno e nel 7% per quelli successivi.
Parallelamente a quanto dovuto dal datore di lavoro, cambia anche la quota a carico dell’apprendista, che si attesta sul 5,84%. Inoltre è introdotta l’indennità giornaliera di
malattia, analogamente a quanto previsto per i lavoratori subordinati.
Per quanto riguarda le assunzioni agevolate, la nuova aliquota contributiva a carico del datore di lavoro è pari al 10% e si applica a: assunzioni a tempo determinato, indeterminato e
con rapporto a termine trasformato di lavoratori in mobilità, assunzioni a tempo determinato, indeterminato e con rapporto a termine trasformato di lavoratori in mobilità,
lavoratori frontalieri divenuti disoccupati in Svizzera, iscritti nelle liste di mobilità, assunzioni a tempo pieno ed indeterminato di lavoratori in CIGS da almeno 3 mesi provenienti da
aziende in CIGS da almeno 6 mesi, assunzioni di lavoratori con contratto di inserimento/reinserimento, per i quali è possibile versare il solo contributo settimanale, trasformazioni di
contratti di apprendistato in rapporti di lavoro a tempo indeterminato, assunzioni di giovani in possesso di diploma o di attestato di qualifica, eventuali lavoratori in CFL ancora presenti,
assunzioni di lavoratori a seguito di contratti di solidarietà espansivi.
Al contrario, sono esclusi dalla nuova norma i rapporti agevolati che godono di una contribuzione ridotta ed i rapporti che non prevedono oneri a carico del datore.
Inoltre la finanziaria ha posticipato i termini per l’iscrizione dei lavoratori licenziati per giusta causa alle liste di mobilità
Nella suddetta circolare, infine, l’Istituto ha illustrato le modalità operative per attenersi alle nuove procedure.

Circolare INPS, n.22 del 23 gennaio 2007
Scarica il documento completo in formato .Pdf