L’EFSA ha l’obiettivo di trasmettere le conquiste scientifiche di maggior rilevanza al momento opportuno e nel modo più appropriato. Tutto questo può essere raggiunto soltanto
riunendo l’eccellenza della comunità scientifica europea. La strategia sulla cooperazione firmata dal Foro Consultivo e recentemente adottata dal Consiglio di Amministrazione dell’EFSA
è un’indicazione evidente dell’impegno degli Stati membri verso una maggiore cooperazione.

A tal fine, in linea con l’Articolo 36 del suo Regolamento istitutivo e con le priorità definite dall’Autorità tendenti a intensificare la cooperazione e lo scambio in Europa, il
Consiglio di Amministrazione ha definito una lista di organizzazioni competenti in grado di assistere l’EFSA nell’espletamento dei propri compiti. La lista è stata stilata sulla base
delle indicazioni degli Stati membri e può essere considerata il primo strumento pratico per la realizzazione della strategia della cooperazione.

Le organizzazioni accreditate su questo elenco sono ora in grado di assolvere dei compiti per conto dell’EFSA nei settori riguardanti raccolta dati, lavori preliminari per lo sviluppo di pareri
scientifici, oltre ad altri tipi di supporto scientifico e tecnico legati per esempio a tematiche emergenti e situazioni di crisi. Le organizzazioni di questa lista potrebbero ricevere un aiuto
finanziario dall’EFSA, sotto forma di sovvenzioni, per intraprendere questo lavoro.

In considerazione del fatto che le organizzazioni si evolvono e che le necessità scientifiche possono cambiare sia per rispondere agli sviluppi del settore scientifico sia perchè
riflettono le politiche ambientali, questa lista rimane aperta, soggetta ad aggiunte e modifiche se queste si rendessero necessarie. E perciò sarà regolarmente aggiornata.

L’EFSA provvederà inoltre a pubblicare i dettagli dei progetti e delle sovvenzioni che saranno assegnati a queste organizzazioni.
Non tutte le organizzazioni di questa lista intraprenderanno necessariamente del lavoro per conto dell’EFSA. Esse semplicemente hanno l’autorizzazione a farlo in linea di principio e alcune
potrebbero vedersi assegnare compiti da parte dell’EFSA in risposta a un bando. Allo stesso modo organizzazioni non attualmente sulla lista, potrebbero venire aggiunte in futuro.

L’approvazione di questa lista permetterà all’EFSA di impiegare il maggior numero possibile dei più importanti esperti scientifici in Europa. Ciò permetterà ad EFSA
di rispondere con maggiore efficienza e flessibilità al proprio crescente carico di lavoro, particolarmente in casi di emergenza e di crisi, quando è forte l’esigenza di compiere
del lavoro improvviso ed urgente. La forte collaborazione tra gli Stati membri e l’EFSA è la chiave per il successo e l’efficacia del sistema sulla sicurezza alimentare europea e, in
ultima istanza, per aumentare la tutela e la fiducia del consumatore.

Elenco enti accreditati Efsa ai sensi dell’art. 36

www.europass.parma.it