Così Com’è partner della Niko Romito Formazione

Così Com’è  partner della Niko Romito Formazione

Visto che entrambi oltre a credere nella ricerca della qualità, siamo attenti anche ai valori etici, perché non troviamo un punto d’incontro per collaborare?

Fabio Palo, Francesca Barberini, Gaia Giordano

 

Questa la sintesi dell’incontro tra Fabio Palo, direttore commerciale di Finagricola e lo chef tristellato Niko Romito. Così Finagricola, che commercializza i pomodorini con il marchio “Così Com’è”, è diventata partner della Niko Romito Formazione, la Scuola di Alta formazione e Specializzazione professionale dedicata al mondo della ristorazione e dell’alta cucina fondata dallo chef abruzzese e che gestisce il ristorante “Spazio Milano”, nella struttura del “Mercato” che a Milano si affaccia sul Duomo.

 

Ed è stato proprio in questo suggestivo scenario che Palo ha presentato i suoi prodotti, guidando gli ospiti in una tasting experience per scoprire la gamma di prodotti “Così Com’è”, con la collaborazione della presentatrice tv Francesca Barberini e di Gaia Giordano che guida la brigata del ristorante milanese di Romito.

 

 

Tutto all’insegna delle affinità tra le due realtà che operano, pur con ruoli diversi, nel mondo della gastronomia e della ristorazione di eccellenza e che condividono anche un’attenzione particolare alla sperimentazione e all’innovazione, in campo come in cucina, con la consapevolezza di quanto sia importante puntare sulle giovani generazioni, dando ai futuri cuochi conoscenza e opportunità di lavorare su prodotti alta gamma.
Nello “Spazio Milano”, perciò, protagonisti sono stati i pomodorini, in particolare il datterino giallo e rosso e il pizzutello. Si tratta di pomodorini contraddistinti da un grado di dolcezza e di gusto così intensi da poter essere consumati anche completamente a crudo, senza aggiunta di condimenti. “Tutto questo grazie agli attenti controlli lungo tutta la filiera: dal seme, al terreno, passando per l’irrigazione, fino alla raccolta e alla lavorazione – sottolinea Palo -.

Così Com’è è una linea di pomodori di eccellenza, raccolti a mano e conservati in vetro, realizzata solo con le migliori varietà di pomodoro di piccole dimensioni. E’ la prima linea di conserve fresche a lunga conservazione in cui si ritrova intatto tutto il sapore originale del pomodoro, con in più la garanzia della lunga conservabilità: i pomodori sono lavorati a pochissime ore dalla raccolta e per questo conservano intatte le caratteristiche nutrizionali e il gusto dolce e pieno di sole dei pomodorini freschi”.

Al punto che qualcuno ha coniato lo slogan “tutto l’anno in tavola il gusto appena colto”. Perciò Palo può dire: “così come la scuola coltiva il talento degli allievi come risorsa unica e insostituibile, Finagricola coltiva ogni frutto della terra con la massima cura e attenzione, lasciandolo maturare spontaneamente sulla pianta, raccogliendolo a mano e selezionando solo i migliori per la produzione, proprio come avviene appunto per i pomodori che crescono nella Piana del Sele”.

E, aggiunge Romito “il pomodoro è un prodotto semplice, che può essere estremamente saporito e regalare un piacere intenso al palato quando è di qualità. Lo stesso principio vale per tutti i vegetali su cui da qualche anno sto facendo molta ricerca e mi impegno a valorizzare in piatti come Carciofo e rosmarino o Melanzana glassata, convinto che possano diventare assoluti protagonisti in un piatto ed esprimere al massimo la loro personalità solo quando il prodotto è di altissimo livello. La collaborazione con Finagricola è nata dall’incontro con Fabio Palo. Con lui condivido un concetto per me importantissimo che è alla base del mio lavoro e che non mi stancherò mai di ripetere ai miei allievi: il rispetto della materia prima”.

Se ci fosse la necessità di sottolineare l’importanza della materia prima, il duetto Romito-Palo è la conferma. Per questo dalle parti di Battipaglia i nove agricoltori che hanno dato vita alla cooperativa Finagricola, con una base produttiva di 24 aziende, si impegnano quotidianamente a produrre prodotti di qualità e valorizzando persone e ambiente.

Dice Palo “Il rispetto è fondante per noi: rispetto per le condizioni di lavoro e di sicurezza dei nostri 2400 operai; rispetto per la frutta e gli ortaggi che coltiviamo solo secondo natura, con una produzione 100% a lotta integrata e con la scelta di esclusiva impollinazione naturale. La nostra convinzione etica ci consente di essere sul mercato con prodotti eccellenti, come Così Com’è, per cui possiamo dire con orgoglio che “Nessun altro cresce così”. Finagricola pone una particolare attenzione a tutti i parametri che influiscono sulle performance di gusto, lavorando solo materia prima prodotta nelle sue aziende agricole tutte situate nella Piana del Sele, in modo da garantire un prodotto 100% italiano, dal seme – nel vivaio aziendale – fino alla chiusura del vasetto.

Dice Palo: “il nostro impianto di trasformazione è tra i più moderni, sfruttiamo tecnologie all’avanguardia per mantenere inalterate le caratteristiche organolettiche: il sistema di pelatura è realizzato appositamente per frutti piccoli, per gustarli intatti e succosi; il metodo di pastorizzazione prevede una lavorazione a bassa temperatura, pensato per sottoporre il prodotto al minimo stress, al fine di lasciare intatto il profumo e il sapore del pomodoro fresco come se fosse appena raccolto”.

Il marchio “Così Com’è” è riservato ai pomodorini freschi come datterino rosso e giallo e pizzutello, conservati in vetro e due varietà addirittura conservati in acqua di mare – che arriva dalla Spagna – depurata per avere prodotti perfetti per esaltare risotti e piatti di pesce.

L’anno scorso Finagricola ha prodotto 40 mila tonnellate di ortaggi freschi, il 48% della produzione complessiva è rappresentato dai pomodori, 40% della produzione è avviata verso Germania, Austria e Svizzera.

 

Maria Michele Pizzillo
Newsfood.com

==============================

Niko Romito dal 2000 gestisce con la sorella Cristiana il ristorante Reale. Cuoco autodidatta, profondamente legato al suo Abruzzo, in soli 7 anni ha conquistato 3 stelle Michelin. Ha cominciato a Rivisondoli, nell’ex pasticceria famiglia, divenuta trattoria, e nel 2011 ha trasferito il Reale a “Casadonna”, ex monastero del ’500 a Castel di Sangro. Attraverso una ricerca incessante e con uno spiccato approccio imprenditoriale, Romito percorre la strada dell’essenzialità, dell’equilibrio e del gusto. In poco tempo ha saputo creare un linguaggio gastronomico incisivo e personale, e un sistema complesso in cui coesistono alta cucina, format di ristorazione diffusa, formazione superiore e prodotti per il consumo domestico.

=====================

Leggi Anche
Scrivi un commento