Crisi del settore suinicolo

Confagricoltura sollecita un impegno preciso di tutta la filiera, delle Amministrazioni coinvolte e delle Borse merci, per individuare soluzioni rapide alla sempre più preoccupante crisi
del settore suinicolo che coinvolge il futuro degli oltre 5.300 allevamenti nazionali.

‘Il costante e consistente calo dei prezzi dei suini, finora registrato – spiega Confagricoltura – necessita di interventi decisi, con particolare riferimento al sistema di quotazione’.

Confagricoltura chiede una decisa differenziazione mercantile tra i suini nati ed allevati in Italia e destinati alle DOP, e quelli che non possono rientrare in tale circuito.

Nel 2005, i suini macellati per le DOP Parma e San Daniele, sono stati 8.964.496, pari a circa il 68% del totale dei capi macellati in Italia.

Un maggiore e preciso impegno della filiera si rende necessario per uscire da una situazione che rischia di vanificare l’importante lavoro finora svolto dal sistema allevatoriale italiano.
Lavoro, sottolinea la Confagricoltura, che ha contribuito in modo determinante alla creazione e sviluppo dei prodotti di pregio della salumeria nazionale.

www.confagricoltura.it

Related Posts
Leave a reply