Crisi di Governo, seconda giornata di consultazioni al Quirinale

«Non è possibile al momento fare nè anticipazioni nè sintesi». E’ questa la dichiarazione, prevedibile, che il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano
affida ai giornalisti al termine della seconda giornata di consultazioni. Oggi dallo studio alla Vetrata sono passati i leader dei piccoli partiti.

Si riprenderà lunedì con Lega, Udc, Rifordazione comunista e Alleanza nazionale. Martedì, infine, la giornata clou, quando al Quirinale saliranno le delegazioni di Forza
Italia e del Partito democratico.
Per Veltroni occorre un governo per approvare una nuova legge elettorale. Gli risponde Fini: è tempo perso, meglio andare al voto. Per Massimo D’Alema: «Chi vuole la resa
dei conti elettorale dimostra di non guardare all’interesse nazionale. Occorre un governo per salvare il paese».

Sull’ipotesi di un governo istituzionale o tecnico per superare la crisi politica il presidente della Camera Fausto Bertinotti non si sbilancia, ma fa capire lo stesso come la pensa:
«Sarebbe bene – dice – che il paese avesse la possibilità di votare una legge elettorale che consenta agli elettori di scegliere e a chi vince di governare».

Leggi Anche
Scrivi un commento