Allarme Ue sull’occupazione: in quattro mesi, sotto i colpi della crisi, si sarebbero persi circa 130 mila posti di lavoro nell’industria e nell’edilizia. Lo rivelano fonti di stampa
citando un documento riservato della Commissione Ue di qualche giorno fa.

Secondo tale documento la produzione ha fatto “registrare il declino più forte delle ultime decadi e la fiducia delle imprese è crollata ai livelli più bassi
dal 1985”.

Intanto anche la Nissan annuncia una ampia ristrutturazione: il colosso giapponese dell’auto ha previsto un taglio di 20 mila posti di lavoro entro il 2010.