Agroalimentare, e non solo. Gonzaga, ecco la Fiera Millenaria

Agroalimentare, e non solo. Gonzaga, ecco la Fiera Millenaria

Gonzaga, l’agroalimentare della tradizione incontra i giovani imprenditori. Dal 1 al 9 settembre, la città ospita la Fiera Millenaria. Tema dell’anno, “Cultura agricola e nuova esperienza imprenditoriali: protagonisti e storie di successo”: 9 giorni, per parlare di agroalimentare, territorio e nuove prospettive, all’insegna del cibo, spettacolo e divertimento.

Ecco allora Mantova Golosa: la valorizzazione della cucina mantovana. Il cuore pulsante è il Padoglione Zero, sede di Mantova Golosa, con i suoi cooking show, lezioni di cucina, degustazioni, talk con i produttori, presentazioni. Novità del 2018, la divisione dell’area in tre settori: Mantova Golosa Experience e Agorà, con la possibilità di incontrare i produttori, gustare la cucina naturale, esplorare il buono del territorio, anche quello meno conosciuto.

Come nel passato, guida ed ospite d’onore sarà Simone Rugiati. Diventato famoso grazie al piccoloi schermo, lo chef offrirà ai presenti un cooking show, con i formaggi DOP mantovani rivissuti in maniera orginale (orario: martedì 4 settembre alle 21.00)

La Fiera Millenaria è anche agricoltura. Dal 1 al 9 settembre sarà così il momento per parlare del primo settore: confronti, aggiornamento e riflessione. Tra gli argomenti più caldi, la PAC, i costi dell’agricoltura moderna, l’ortoterapia, l’economia circolare e l’elicicoltura.

Un grande classico, la sezione dedicata alle macchine agricola e quella per la zootecnia. Momenti particolari come la la grande Mostra Bovina della Frisona (in collaborazione con Associazione Mantovana Allevatori), affiancata dalla Fattoria di Italialleva in cui si potranno conoscere gli animali della fattoria e assistere alla mungitura in diretta. Protagonisti anche i cavalli, con la presentazione dei CAITPR (Cavallo agricolo da tiro pesante), l’affascinante show equestre e lo spettacolo di falconeria a cavallo.

Infine, un contorno di lusso. Come gli spettacoli: lo show di Paolo Cevoli e Paolo Mingone, lo Swing Cooking Show, con ospite il “re dei panini” Daniele Reponi. Poi, il motocross freestyle e lo spettacolo dei fuochi artificiali, che chiuderà la serata. Senza poi trascurare le avventure dei burattini, il padiglione bimbi e lo street food.

Giovanni Sala, presidente di Fiera Millenaria, l’edizione 2018 unisce il “classico” agroalimentare con “Altri comparti economici; i padiglioni dedicati alla campionaria sono una testimonianza della crescita della qualità di questi settori, ne è la conferma la presenza di spazi espositivi sempre più attrezzati e ricchi di proposte innovative”. Motivo di vanto anche il programma, “Frutto della stretta collaborazione con i nostri partner. Le associazioni agricole, Confagricoltura, Coldiretti, Cia, l’Associazione Mantovana Allevatori, il Consorzio agrituristico, Confcooperative e Confcommercio lavorano al nostro fianco per rendere la manifestazione sempre più interessante per il pubblico, in particolare sulla conoscenza e promozione del nostro territorio e dei nostri prodotti tradizionali”.

La Fiera Millenaria vanta il supporto di una serie di partner istituzionali: Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, Regione Lombardia, inLombardia, ATS Val Padana, Camera di Commercio di Mantova, Provincia di Mantova e Città di Gonzaga – e gli sponsor Tea Energia, Banca Monte dei Paschi di Siena e Fondazione Banca Agricola Mantovana.

ORARI

Sabato 1 settembre dalle 17,00 alle 23,30

Domenica 2, Sabato 8 e Domenica 9 dalle 9,30 alle 23,30

Lunedì 3, Martedì 4, Venerdì 7, Giovedì 6, dalle 17,00 alle 23,30

Mercoledì 5 dalle 9,30 alle 12,30 (ingresso gratuito con accesso alle sole aree esterne) e dalle 17,00 alle 23,30

INGRESSO

Intero: 8 euro nei giorni nelle giornate di venerdì, sabato e domenica

Junior da 13 a 17 anni: 3 euro (tutti i giorni)

Ridotto: 6 euro nei giorni dal lunedì al giovedì

Gratuito fino a 12 anni

Informazioni, programma e prevendite sul sito della manifestazione

 

Matteo Clerici

Related Posts
Leave a reply