Cuneo – Favorire la progettualità, incentivarne il ruolo tra le nuove leve, rafforzare l’apertura della scuola verso l’esterno. Sono questi alcuni degli obiettivi del
primo concorso provinciale «Scuola, creatività ed innovazione» promosso dalla Camera di commercio di Cuneo in un’ottica di collaborazione con gli istituti superiori e i corsi
di istruzione e formazione tecnica superiori per la promozione dell’enorme valore aggiunto rappresentato dalle idee che cercano applicazione pratica e mettono a frutto il bagaglio nozionistico
e tecnico acquisito in classe.

Le scadenze non sono troppo lontane: il 31 marzo per far pervenire l’adesione ed il 30 aprile per inviare il dossier con gli elaborati.
Entro quest’ultima data, dovrà essere sviluppata nei dettagli l’idea preannunciata nella richiesta di partecipazione, articolando il lavoro a seconda del settore prescelto tra i tre
proposti, vale a dire «prodotti innovativi», «servizi innovativi» oppure «design». In particolare, per i primi due, si dovrà predisporre una sintesi
preliminare, una descrizione accurata, con l’enunciazione degli aspetti innovativi. In ultimo, si richiede l’elencazione delle finalità e la definizione del processo di realizzazione.
Per il design, invece, vanno presentate tavole con i disegni, la relazione ed una sintesi con l’indicazione del contesto di riferimento, degli aspetti innovativi e del target individuato.
Particolare spazio va lasciato allo sviluppo dell’idea, espresso attraverso una adeguata illustrazione grafica a colori.

Una commissione apposita, composta dal presidente camerale o da un suo delegato e da due docenti universitari, stabilirà una classifica. Entro la fine dell’anno scolastico si
procederà alla assegnazione dei premi, fissati in tre diversi livelli. Il primo di euro 1400, il secondo di 1200 ed il terzo di 1000. La cifra dovrà, in parte, (almeno sino a 500
euro) andare alla scuola per l’acquisto di supporti didattici, mentre il resto dovrà essere suddiviso tra gli allievi ed i loro tutor.

«Per la prima volta proponiamo, a livello locale, una iniziativa che, in campo nazionale, è giunta già alla quarta edizione e, lo scorso anno, ha visto l’istituto Virgilio
di Cuneo collocarsi ai primi posti in graduatoria. – dice il presidente camerale Ferruccio Dardanello – La progettualità delle nuove generazioni, alimentata in ambiente scolastico,
è indicativa di una educazione al pensiero creativo che va coltivata e sollecitata, in quanto risorsa per il futuro, fautrice del collegamento tra aula e mondo esterno da perseguire e
sollecitare se si vuole che il lavoro in classe sia premessa alla vita».