Curava il cancro con la dieta vegana, morta la Youtuber Mari Lopez

Curava il cancro con la dieta vegana, morta la Youtuber Mari Lopez

Mari Lopez è una donna texana co-titolare, insieme alla nipote Liz Johnson di un canale Youtube, con più di 11.000 seguaci.

Ma, più importante, Mari Lopez è una donna morta di tumore che aveva tentato di curare tramite una dieta vegana.

A dirlo è Metro, che ricostruisce la storia della donna, le cui scelte alimentari (e non) stanno generando un acceso dibattito.

Tutto è iniziato nel 2016: dopo la diagnosi di cancro, Mari aveva aperto un canale di Youtube in cui parlava della malattia e del suo metodo di guarigione. Chiamato Liz & Mari, il canale ospita diversi video in cui la donna illustra il suo sistema: un rigida dieta vegana, basata su verdure crude, succhi di frutta e preghiere. Secondo la donna, queste scelte non solo combattevano la malattia ma l’aiutavano a “guarire” le sue tendenze omosessuali.

Ed il pubblico approvava: i video delle donne raggiungevano anche le 300.000 visualizzazione, raccogliendo molti commenti positivi, che ringraziavano Liz e Mari per i consigli e l’incoraggiamento. I critici, che accusavano le donne di essere due ciarlatane a favore di pseudo-scienza pericolosa, venivano cancellati dalla nipote per “Rispetto delle nostre famiglie”.

Poi, qualcosa si rotto. Convinta dalla sorella (la madre di Liz), Mari aveva cambiato stile di vita, abbandonando la dieta vegana, ricominciando a mangiare carne ed a sottoporsi alla chemioterapia.

Purtroppo, non era servito. Come dichiarato dalla nipote ai media locali, “Mia zia ci ha lasciati, cancro è tornato. Non è stata coerente con la dieta e la vita spirituale. Zia ha scelto di sottoporsi alla radioterapia e alla chemio quando le è stato diagnosticato di nuovo il tumore e non ha più seguito la strada dei succhi e delle verdure crude”. Insomma, per Liz la causa della morte è l’abbandono della vecchia via alimentare, che comunque rimane un valido sistema. Proprio la dieta vegana era stato motivo di disaccordo tra zia e nipote: la prima voleva cancellare i video dal canale, mentre la seconda li ha difesi. Il motivo, l’apprezzamento del pubblico: “Molti mi hanno scritto affermando di aver combattuto il cancro con i nostri frullati. Altri invece hanno scelto le cure tradizionali. Alcuni sono ancora vivi, altri no, sfortunatamente”.

Insomma, il canale pro dieta vegana continuerà a vivere, ma con qualche accorgimento.

In primis, Liz ha fatto notare come, riguardo alla dieta, “Noi non abbiamo mai detto che potesse funzionare al 100% per tutti”. A rendere ancora più chiaro il messaggio, un disclaimer: prossimamente presente sul canale, avvertirà della mancanza di responsabilità in caso frullati e verdure non dovessero avere effetto.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento