Da Londra a Chicago. La strada del successo della Birra Collesi

Da Londra a Chicago. La strada del successo della Birra Collesi

Londra e Chicago unite dal prestigio e dalla qualità riconosciuta. Questo il cammino della birra della Tenute Collesi, capaci di mettere in fila l’alloro dell’International Beer
Challenge di Londra con quello del Beverage Testing Institute di Chicago.

Nella città dei gangster, la bionda italiana si è messa in gioco al WBC, concorso nato nel 1994 ed oggi la manifestazione di settore più importante degli USA. Di
fronte ad una giuria di professionisti e studiosi, birre e vini competono in quattro categorie: label design, bottle design, carrier/gift box design e case design. Per vincere, è
necessario mostrare grafica e creatività spiccate, innovazione e personalità della forma. 

Qui le le magnifiche 6 birre ImperAle Collesi hanno conquistato il premio per la miglior confezione (packaging). Secondo la giuria, la scatola in questione si è distinta
per saper unire raffinatezza ed eleganza, evidenti in ogni dettaglio: dalla bottiglia all’etichetta curata alla capsula, firma della produzione artigianale. Nato alla fine di uno studio
meticoloso, il packaging unisce amore per il territorio e capacità di penetrazione nel mercato internazionale.

Ma, confezione a parte, le birre hanno tanto da dare.

Ecco allora le bionde Alter e Ego, con il loro colore giallo brillante, la schiuma fine, con il gusto di fieno e cereali ed il retrogusto equilibrato e rotondo.

Poi, l’ambrata Fiat Lux dal gusto intenso agli aromi di luppolo, cereali e frutta autunnali.

La rossa Ubi dal gusto dolce ma di spessore col sentore di caramello, malto e nocciole con piacevoli note speziate e grande persistenza aromatica.

Infine, la nera Major, che offre un gusto corpo, dove si riscontrano profumi di caffè d’orzo, cacao liquirizia e rabarbaro e la triplo malto con profumi di lievito fresco,
vaniglia, crosta di pane e miele.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI:

www.collesi.com

Matteo Clerici

Related Posts
Leave a reply