Dal piatto, per la salute: la spesa della nonna contro il cancro

Dal piatto, per la salute: la spesa della nonna contro il cancro

La prevenzione inizia a tavola: questo è vero per diverse malattie, ed è particolarmente vero per il cancro.

La ricerca ha infatti ormai stabilito come una dieta corretta, un po’ di ginnastica di controllo del peso possano ridurre il rischio cancro di più del 30%.
Tale triade benefica è particolarmente valida per patologie come il cancro al seno, sia “ex novo” che in donne già operate, poiché capace di abbassare i livelli d’insulina
e di ormoni sessuali.

E allora, i consumatori devono così imparare a fare la spesa, magari recuperando i cibi della tradizione che soddisfano il gusto e fanno bene alla salute.

Ad aiutarli arriva “Prevenire i tumori mangiando con gusto”, un libro opera di Anna Villarini, specialista in scienza dell’alimentazione, e di Giovanni Allegro, chef che da anni traduce in
ricette le indicazioni degli esperti. I

l testo mette in tavola l’esperienza dell’Istituto nazionale dei tumori di Milano proponendo, ad esempio i cereali integrali: farro, grano saraceno e riso (capace di ridurre l’infiammazione).
Bene anche il pesce.

Inoltre, vengono indicati i cibi da escludere: addio così a caffè (da sostituire con il tè verde), il latte (al posto di quello vaccino quello di soia) e dessert troppo
zuccherati;No anche ad alcol e alimenti troppo raffinati, sì alla pasta e al pane di grano duro.

Anna Villarini, Giovanni Allegro, Prevenire i tumori mangiando con gusto. A tavola con Diana, Sperling & Kupfer, 19,50 Euro

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento